Covid, Netflix impone il vaccino sul set: attori e operatori solo con passaporto vaccinale

Venerdì 30 Luglio 2021
Netflix impone il vaccino sul set

Netflix impone l'obbligo di vaccino sul set: al lavoro solo attori e operatori con passaporto vaccinale. Questa la decisione presa dal colosso dello streaming che si accoda alle decisioni prese da Google e Facebook nei giorni scorsi.

 

Leggi anche > Google, dopo lo smartworking i dipendenti dovranno essere vaccinati per rientrare in azienda. «Il vaccino è importante»

 

Sui set delle produzioni Netflix, dunque, saranno accettati solo attori e operatori vaccinati. Queste le nuove direttive di Netflix, primo fra tutti ad adottare l'obbligo vaccinale nel mondo dello streaming e del cinema, sulla scia delle restrizioni già imposte da aziende come Google e Facebook.

 

La società californiana richiederà una certificazione vaccinale per i tecnici e operatori che lavorano senza mascherina, perché dietro ad una telecamera e fianco a fianco con i membri del cast. Una divisione in «zone», quindi, che ricalca quella già attuata da inizio pandemia, con gli operatori più a stretto contatto che dovranno esibire il passaporto vaccinale per continuare a lavorare. 

Si prevede che a breve altri studi importanti seguiranno la stessa politica di Netflix, in linea con la dura presa di posizione di Biden nella speranza di bloccare l'impennata dei casi di coronavirus, che anche negli Usa, è legata soprattutto alla variante Delta. Twitter ha già deciso intanto di chiudere nuovamente i suoi uffici di San Francisco e New York, mentre la Apple ha reintrodotto in tutti i suoi punti vendita l'obbligo di indossare la mascherina anche per i vaccinati. La stessa decisione è stata presa nei parchi di divertimento di Disney in Florida e California.

Ultimo aggiornamento: 1 Agosto, 07:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA