Pensioni luglio 2021 e quattordicesima in pagamento: calendario completo e modalità

Pensioni, al via il pagamento di luglio alle Poste. Ecco il calendario per le iniziali del cognome
Pensioni, al via il pagamento di luglio alle Poste. Ecco il calendario per le iniziali del cognome
4 Minuti di Lettura
Sabato 26 Giugno 2021, 00:16 - Ultimo aggiornamento: 27 Giugno, 11:43

I pensionati il cui cognome inizia per A e B hanno già potuto ritirare venerdì presso gli uffici postali l’assegno pensionistico di luglio. Sabato mattina toccherà alla terza e quarta lettera dell’alfabeto: C e D. Poi si proseguirà così, a blocchi di iniziali, fino a giovedì primo luglio quando toccherà ai pensionati che hanno il cognome che inizia dalla S fino alla Z. Lo scaglionamento è dovuto alla necessità di evitare assembramenti causa Covid.

Covip, adesioni a pensioni complementari in crescita

Per alcuni pensionati, con i requisiti richiesti, l’assegno sarà più pesante perché sarà erogata anche la quattordicesima. Il calendario vale per i pensionati, titolari di un libretto di Risparmio presso le Poste, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. Chi invece è titolare di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potrà prelevare i contanti da oltre 7.000 Atm Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello. Poste Italiane ricorda inoltre che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli Uffici Postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Pa, 3,2 milioni dipendenti nel 2020: minimo storico degli ultimi 20 anni

IL CALENDARIO

Questo il calendario per cognome:

  • A-B venerdì 25 giugno
  • C-D sabato mattina 26 giugno
  • E-K lunedì 28 giugno
  • L-O martedì 29 giugno
  • P-R mercoledì 30 giugno
  • S- Z giovedì 1°luglio

Bonus 1600 euro per gli stagionali: requisiti, quando arriva e come richiederlo. A giorni i primi accrediti dell'Inps

LA QUATTORDICESIMA

Si tratta di una somma aggiuntiva che oscilla tra i 336 e i 655 euro. La quattordicesima spetta ai pensionati di almeno 64 anni che hanno un reddito complessivo al massimo fino a 2 volte il trattamento minimo annuo del Fondo lavoratori dipendenti. L’ammontare della quattordicesima mensilità per i pensionali è fissato dall’Inps, in base agli anni di contributi ed a determinati limiti di reddito. Ai pensionati con assegno fino a 1,5 volte il trattamento minimo (per il 2021 pari a 515.58 euro per 13 mensilità) spetta un importo aggiuntivo pari a: 437 euro, se ex lavoratori dipendenti con almeno 15 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con almeno 18 anni di contributi; 546 euro, se ex lavoratori dipendenti dai 15 anni ai 25 anni di contribuzione o ex lavoratori autonomi dai 18 ai 28 anni di contribuzione; 655 euro, se ex lavoratori dipendenti con oltre 25 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con oltre 28 anni di contributi versati. Ai pensionati con assegno fino a 2 volte il trattamento minimo spetta invece una quattordicesima pari a: 336 euro, se ex lavoratori dipendenti con almeno 15 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con almeno 18 anni di contributi; 420 euro, se ex lavoratori dipendenti dai 15 anni ai 25 anni di contribuzione o ex lavoratori autonomi dai 18 ai 28 anni di contribuzione; 504 euro, se ex lavoratori dipendenti con oltre 25 anni di contributi versati o ex lavoratori autonomi con oltre 28 anni di contributi versati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA