Bari, processi ancora fermi. Ma da oggi ripartono i termini per la prescizione

Bari, processi ancora fermi. Ma da oggi ripartono i termini per la prescizione
Giustizia, Bari deve ancora attendere. Da oggi riprendono i processi, ma solo sulla carta: nel primo giorno dopo la scadenza della sospensione dei termini imposta dal decreto legge del ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, ricomincia a decorrere la prescrizione, ma le udienze non ricominciano. La sede non è ancora pronta e le decine di migliaia di notifiche per gli 8.500 processi sospesi per legge a causa della inagibilità per rischio crollo del Palagiustizia di via Nazariantz, stanno iniziando a partire in questi giorni. Nella ex sezione distaccata di Modugno, dove avrà sede il Tribunale penale fino al trasferimento nell’immobile di Poggiofranco, non si celebreranno udienze ordinarie almeno fino a novembre. L’unica novità è che da oggi le direttissime si tengono a Modugno e non più in piazza Enrico De Nicola.
«Ci sono circa 11mila processi prendenti - spiega il giudice Marco Guida, presidente della prima sezione penale -. Siamo riusciti a salvarne duemila con i rinvii nelle tende che non necessitano di notifiche, ma per tutti gli altri c’è un problema di notifiche da fare a tutte le parti, avvocati, imputati e testimoni».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 1 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:55