WhatsApp, come attivare le funzioni nascoste (ma occhio ai rischi)

WhatsApp, ecco come attivare le funzioni nascoste (ma occhio ai rischi)
Tra fasi di sviluppo, versioni Beta di prova e aggiornamenti, gli sviluppatori di WhatsApp sono soliti introdurre periodicamente nuove funzioni per l'app di messaggistica istantanea. Quello che non tutti sanno, però, è che ce ne sono diverse nascoste all'interno dell'app, e che c'è un modo per scoprirle e utilizzarle, anche se molto rischioso. Vediamo insieme quali sono le funzioni nascoste di WhatsApp

Sonia Grotto e il mistero di Twitter: tutti bloccati dalla fan di Matteo Salvini​


 

WHATSAPP COME ATTIVARE LE FUNZIONI NASCOSTE


Come spiega il portale El androide libre, per attivare le funzioni nascoste di WhatsApp è necessario utilizzare due diverse app. La prima si chiama VMOS ed è disponibile su Google Play: questa app permette la virtualizzazione dell'Android, ovvero la possibilità di usare e gestire un secondo sistema operativo parallelo a quello già presente sullo smartphone. In questo modo sarà possibile effettuare modifiche sul sistema, senza renderle permanenti.

Il secondo passo è quello di scaricare e utilizzare anche un'altra app, chiamata WA Tweaker. I passi da seguire sono i seguenti: aprire VMOS, procedere alla virtualizzazione del sistema e selezionare l'icona a forma di cartella gialla. Si apriranno alcune opzioni e occorrerà selezionare sia WhatsApp e WA Tweaker, cliccando poi su Import, situato nella parte bassa dello schermo. A questo punto, nelle impostazioni di VMOS, sarà necessario selezionare prima 'Impostazioni di sistema', poi 'Informazioni sul telefono' e premere per dieci volti su 'Numero di compilazione'. Successivamente, andranno attivate le opzioni di sviluppo, per gestire i permessi di root e completare l'attivazione di VMOS.

A questo punto, basterà registrare il proprio numero di telefono sull'app clone di WhatsApp presente in VMOS e aprire WA Tweaker. Quest'ultima app, ora, consentirà di aprire e gestire tutte le funzioni nascoste all'interno di WhatsApp: dallo sfondo nero agli sticker animati, fino all'accesso con impronta digitale. C'è solo un piccolo problema: si tratta di un'operazione molto rischiosa. Gli sviluppatori di WhatsApp, infatti, non vedono di buon occhio app come WA Tweaker e c'è una certa probabilità di essere scoperti e bloccati dall'app, con la conseguenza di non poterla più usare con lo stesso numero di telefono. Va bene essere 'smanettoni', ma siamo sicuri che il gioco vale la candela?
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 25 Agosto 2019 - Ultimo aggiornamento: 19:30
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti