Napoli nel caos, ladri a casa Allan
e la moglie: «Non ne posso più»

Sabato 9 Novembre 2019
Tanto tuonò che piovve. E così anche Thais, compagna di Allan, è esplosa sui social al termine di una settimana incandescente: prima la contestazione al compagno, tra i senatori azzurri a capo dell'ammutinamento, poi il furto in casa subito stanotte.

LEGGI ANCHE Napoli choc, ladri a casa di Allan dopo la rivolta dei calciatori

«Credo che adesso si stia davvero esagerando e io non ne posso più, prima mio marito viene attaccato non per quello che fa in campo, ma per presunte accuse create ad arte da chi vuole distorcere la verità... e poi io vengo ogni giorno insultata sui social con parole dispettose... questa settimana anche mentre faccio la spesa. Ieri sera si aggiunge questa paura enorme! Gente che entra nascosti in casa nostra in pieno giorno, con me da sola a casa. Da quando siamo arrivati a Napoli siamo stati accolti benissimo, ma ora la gente non può usare notizie false per fare così a una famiglia con bambini, questo non è calcio questo non è tifo...»
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ADESSO BASTA ! Credo che adesso si stia davvero esagerando e io non ne posso più, prima mio marito viene attaccato non per quello che fa in campo, ma per presunte accuse create ad arte da chi vuole distorcere la verità...e poi io vengo ogni giorno insultata sui social con parole dispettose.. questa settimana anche mentre faccio la spesa. Ieri sera si aggiunge questa paura enorme! Gente che entra nascosti in casa nostra in pieno giorno, con me da sola a casa, poi mettendo caos sporcando tutto nella stanza dei bambini, la nostra intimità violata... Miei figli che piangevano aterrorizati! Da quando siamo arrivati a Napoli siamo stati accolti benissimo, ma ora la gente non puo usare notizie false per fare cosi a una famiglia con bambini, questo non è calcio questo non è tifo....

Un post condiviso da Thais Valentim (@thaisvmarques) in data:

Ultimo aggiornamento: 20:26


© RIPRODUZIONE RISERVATA