Gaucci morto, Cosmi: «Sono sconvolto». Materazzi: «Non ti sarò mai grato abbastanza»

Sabato 1 Febbraio 2020
Gaucci morto, Cosmi: «Sono sconvolto». Materazzi: «Non ti sarò mai grato abbastanza»

Dopo la morte di Luciano Gaucci, il mondo del calcio ha voluto ricordare la figura dello storico presidente del Perugia«Sono veramente sconvolto»: così Serse Cosmi attuale allenatore del Perugia, raggiunto al telefono dall'agenzia Ansa, sulla morte di Luciano Gaucci. In un messaggio su whatsapp Cosmi ha risposto manifestando il suo dolore e spiegando che preferisce per questo non commentare subito la notizia. Cosmi fu chiamato per la prima volta alla guida del Perugia proprio da Gaucci nel 2000, dove rimase fino al 2004.

«Quando arriva la notizia della morte di Luciano Gaucci, il pensiero corre agli anni passati con lui a Perugia. Con lui ho iniziato la mia avventura nel calcio e lo debbo, come ho sempre fatto, ringraziare. Poi il pensiero va al dolore dei figli Alessandro e Riccardo, allora, ragazzi splendidi ed oggi, uomini veri. Caro Luciano, riposa in pace». Il presidente della Lega Pro, Francesco Ghirelli, esprime il suo cordoglio per la scomparsa di Luciano Gaucci, storico presidente del Perugia, scomparso oggi a Santo Domingo all'età di 81 anni.

LEGGI ANCHE --> Gaucci morto, Morace: «A Perugia ha fatto la storia». Nella sua Viterbese è diventata la prima donna ad allenare una squadra professionistica

«Non ti sarò mai grato abbastanza, a te e alla tua famiglia. Grazie di tutto. Dopo di te il NULLA a Perugia»: è il sentito ricordo, via social, di Marco Materazzi alla notizia della scomparsa di Luciano Gaucci, suoi ex presidente ai tempi del Perugia, di cui l'ex azzurro era capitano.

«Il calcio italiano perde una grande figura un presidente appassionato e competente. Quanto fatto a Perugia, portando la squadra in Serie A e scoprendo tanti giocatori di talento arrivati poi in Nazionale, resterà nella storia». Carolina Morace ricorda così all'agenzia Adnkronos, Luciano Gaucci, storico presidente del Perugia, morto oggi all'età di 81 anni a Santo Domingo. Gaucci, quando era il presidente della Viterbese, nel 1999, chiamò Morace ad allenare, prima donna, una squadra professionistica maschile. «Tra di noi c'è sempre stata stima reciproca. Io sono stata una delle poche che gli ha tenuto testa, quando mi ha chiamato ad allenare la Viterbese non gli ho mai permesso di intromettersi in questioni tecniche e questa dimostrazione di carattere la ha apprezzata. Sapevo che fosse malato da tempo ma queste notizie ti lasciano sempre impreparata. Mi auguro che dovunque sia possa trovare un po' di pace», conclude Morace.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA