Coronavirus Roma, mascherine a 60 centesimi in farmacia ma solo con una spesa minima di 15 euro: due denunciati

Sabato 9 Maggio 2020
L'annuncio sulla vetrina della farmacia, Roma

Vendevano mascherine chirurgiche a prezzo calmierato solamente dietro una spesa complessiva di altri prodotti per un importo di almeno 15 euro. Del resto la «farma point» di via Giorgio Scalia a Roma non ne faceva mistero dato che la condizione era chiaramente scritta su un cartello affisso alla vetrina del negozio. 


Gli agenti del commissariato Borgo, hanno voluto comunque esserne certi e per questo, uno di loro, fingendosi cliente, è entrato nell’attività commerciale chiedendo alla farmacista di acquistare una mascherina e lei, indicando il cartello, gli ha fatto notare che era possibile solo se avesse acquistato altra merce, per un valore minimo di 15 euro. 

A quel punto gli agenti hanno fatto ingresso nel negozio e, dopo aver identificato sia la farmacista che l’amministratore unico della società, coniuge della donna, hanno avvertito entrambi dell’irregolarità della condotta commerciale, costituente una chiara manovra speculativa, finalizzata ad eludere le disposizioni del Commissariato straordinario del dipartimento Protezione civile, impartite con i decreti dell’aprile scorso. Per questo è scattata la denuncia per manovre speculative su merci. 

Ultimo aggiornamento: 10:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA