Milano, incendio Torre dei Moro: i periti dei condomini entreranno nell'edificio

Per stime su istanze risarcimenti. Ok della Procura ai legali

Giovedì 11 Novembre 2021
Accesso consentito alla Torre dei Moro a Milano solo per periti assicurativi e consulenti tecnici che faranno verifiche e foto per richiedere il risarcimento danni

Nei prossimi giorni, i periti assicurativi e consulenti tecnici dei condomini della Torre dei Moro, il grattacielo di 18 piani che ha preso fuoco come una torcia il 29 agosto a Milano, potranno entrare nell'edificio per verificare i danni negli appartamenti e fare fotografie e stime ai fini delle richieste di risarcimento danni. E' quanto comunicato dalla Procura di Milano ai legali delle persone che abitavano nell'edificio ancora sotto sequestro.

 

Leggi anche - Storie Italiane: così Omar Confalonieri drogava e violentava le sue vittime

 

Nel pomeriggio, il pm Marina Petruzzella, che coordina le indagini con l'aggiunto Tiziana Siciliano, ha incontrato in Procura più di una ventina di legali, tra cui l'avvocato Alessandro Keller, incaricato a fine settembre dall'assemblea condominiale, i legali degli studi Fornari e Dominioni e, tra gli altri, anche gli avvocati Solange Marchignoli e Luca D'Auria. Per permettere l'accesso nella Torre a periti e consulenti è stato stilato un calendario di massima.

 

A fine ottobre nell'inchiesta per disastro colposo c'erano state nuove perquisizioni negli uffici della Aza Aghito Zambonini di Fiorenzuola (Piacenza), che ha realizzato il rivestimento esterno su commissione della Moro costruzioni, e in un'azienda di Osimo (Ancona).

© RIPRODUZIONE RISERVATA