Milano: cade mentre lavora alla biblioteca della Statale, Enrico muore dopo tre giorni di agonia

Sabato 24 Luglio 2021 di Teodora Poeta
Incidente sul lavoro a Milano, morto dopo tre giorni il teramano Enrico Pantoni

Non ce l’ha fatta Enrico Pantoni, l’operaio 65enne di Torano (Teramo), rimasto vittima dell’ennesimo grave infortunio, accaduto il 14 luglio nella biblioteca Crociera della Statale in via Festa del Perdono a Milano, dove si trovava per una trasferta di lavoro. L’operaio, sabato, è deceduto dopo tre giorni di agonia all’ospedale Policlinico Maggiore, dov’era stato condotto in condizioni disperate.

 

Treviso, finisce nella cisterna del solfato di ferro: Mirco Merotto muore asfissiato. Era il figlio del re del Prosecco

 

La Procura di Milano, adesso, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e ha iscritto nel registro degli indagati il datore di lavoro. E’ stata disposta l’autopsia. Pantoni era dipendente della Cam Impianti srl, un’impresa di Colonnella che opera nel settore degli impianti tecnologici e che aveva in appalto alcuni lavori impiantistici nella biblioteca dell’Università Statale, tra cui quelli per l’ammodernamento della rete dati. L’addetto, così come adesso precisa lo studio legale della famiglia della vittima “Studio3A-Valore”, "non soffriva di alcuna patologia particolare" e quel giorno stava operando all’interno di una stanza su di un trabattello a circa due metri di altezza quando all’improvviso è caduto, finendo a terra.

 

Soccorso dai sanitari del 118, è stato trasportato d’urgenza al Policlinico Maggiore di Milano in stato di coma, ma nello schianto al suolo ha riportato politraumi troppo gravi, tra cui una frattura cranica chiusa con lacerazione cerebrale, e nonostante tutti i tentativi da parte dei medici di salvarlo, dopo tre giorni è morto senza mari riprendere conoscenza. Enrico era sposato e aveva quattro tra fratelli e sorelle. 

Ultimo aggiornamento: 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA