Elezioni sindaco Napoli 2021: quando si vota, come si vota, i candidati

Tutto quello che c'è da sapere sulle regole e sui candidati alle amministrative della città partenopea

Sabato 2 Ottobre 2021
Elezioni sindaco Napoli 2021: quando si vota, come si vota, i candidati

Elezioni sindaco Napoli 2021, tutto quello che c'è da sapere: quando si vota, come si vota, i candidati. Nel capoluogo partenopeo corrono per guidare la città sette candidati appoggiati da 31 diverse liste, oltre a più di 1.200 candidati al Consiglio comunale e alle dieci diverse Municipalità. Il sindaco uscente, Luigi De Magistris, si è candidato alla regionali in Calabria: ora è il momento della sfida per la successione tra le diverse coalizioni politiche.

 

Leggi anche > Tessera elettorale smarrita o esaurita: cosa fare per votare alle Comunali 2021

 

Elezioni amministrative Napoli 2021, quando si vota

Si vota domenica 3 ottobre (dalle 7 alle 23) e lunedì 4 ottobre (dalle 7 alle 15). Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura delle urne, nel pomeriggio di lunedì 4 ottobre. Se nessun candidato avrà ottenuto la maggioranza assoluta al primo turno, si procederà al ballottaggio nelle giornata di domenica 17 ottobre (dalle 7 alle 23) e lunedì 18 ottobre (dalle 7 alle 15).

 

Elezioni amministrative Napoli 2021, dove si vota

Per votare i cittadini dovranno recarsi al proprio seggio territoriale. Sono previste eccezioni per le sezioni ospedaliere e per chi si trova in quarantena: questi ultimi potranno esercitare il voto a domicilio ma solo se hanno comunicato la richiesta agli uffici municipali.

 

Elezioni amministrative Napoli 2021, come si vota

Al primo turno non è necessario esibire il green pass, ma valgono tutte le regole anti-contagio: obbligo di mascherina, sanificazione, distanziamento. Si vota sia per i candidati a sindaco e al Consiglio comunale (scheda azzurra), sia per i candidati al Consiglio delle dieci diverse Municipalità (scheda arancione).

 

Per l'elezione del sindaco è previsto un sistema maggioritario, per i candidati consiglieri comunali e municipali il sistema è invece di tipo proporzionale. Alle liste collegate al candidato sindaco che risulterà vincitore sarà attribuito un premio di maggioranza pari al 60% dei seggi. Questo permetterà di eleggere in totale 40 consigliere comunali (escluso il sindaco), per le liste è prevista una soglia di sbarramento pari al 3% dei voti validi.
 

 

L'elettore può tracciare una X sul nome del candidato che vuole eleggere e in questo caso il voto andrà direttamente al candidato sindaco. Si può tracciare una X anche sul simbolo di una lista, con il voto che viene accordato anche al candidato appoggiato da quel partito. Si possono esprimere preferenze (a patto che venga rispettata l'alternanza di genere, quindi optando per un candidato uomo e per una donna) e anche il voto disgiunto (preferenza ad una lista ma anche ad un candidato espresso da altre liste).

 

Elezioni amministrative Napoli 2021, chi sono i candidati a sindaco

- Gaetano Manfredi: nato a Ottaviano nel 1964, è ingegnere civile e docente universitario di Tecnica delle costruzioni. Dopo essere stato rettore dell'Università Federico II, è stato anche ministro dell'Università nel secondo governo Conte. È appoggiato da 13 diverse liste tra cui Pd, Movimento 5 Stelle, Moderati, Centro Democratico, Europa Verde, Italia Viva, Napoli Solidali, Sinistra Italiana, Socialisti e lista civica Sergio D'Angelo.
Questo il programma di Gaetano Manfredi.
Profili social: Facebook, Twitter, Instagram, YouTube.


Gaetano Manfredi

 

- Catello Maresca: nato a Napoli nel 1972, è magistrato antimafia in aspettativa. È appoggiato da diverse liste di destra e di centro-destra, tra cui Forza Italia, Fratelli d'Italia, Partito liberale europeo e liste civiche. Il Tar e il Consiglio di Stato hanno invece bocciato le liste della Lega (Prima Napoli), del Movimento animalista e due civiche, essendo state presentate dopo la scadenza.
Questo il programma di Catello Maresca.
Profili social: Facebook, Instagram.

Catello Maresca

 

- Antonio Bassolino: nato ad Afragola nel 1947, l'ex sindaco di Napoli ed ex presidente della Regione Campania ha deciso di candidarsi nuovamente quasi 20 anni dopo, questa volta senza l'appoggio del Pd, partito di cui fu tra i fondatori. A sostenerlo cinque liste, tra cui quella di Azione di Carlo Calenda e quella del Partito gay.
Questo il programma di Antonio Bassolino.
Profili social: Facebook, Twitter, YouTube.

Antonio Bassolino

 

- Alessandra Clemente: nata a Napoli nel 1987, è figlia di Silvia Ruotolo, vittima innocente di un agguato di camorra nel 1997. Laureata in Giurisprudenza, avvocata di professione, è stata assessora alle Politiche giovanili nell'amministrazione De Magistris. È sostenuta da diverse liste provenienti dall'area politica del sindaco uscente.
Questo il programma di Alessandra Clemente.
Profili social: Facebook, Twitter.

Alessandra Clemente

 

- Matteo Brambilla: nato a Monza nel 1969, è ingegnere meccanico. Cinque anni fa era stato il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, dopo aver vinto le 'comunarie' online, ma ora è sostenuto dalla lista No Alleanze, composta da fuoriusciti del M5S contrari al nuovo corso di Giuseppe Conte.
Questo il programma di Matteo Brambilla.
Profili social: Facebook.

Matteo Brambilla

 

- Rossella Solombrino: nata a Napoli nel 1985, è laureata in Economia ed è appoggiata dalla lista Movimento 24 agosto - Equità territoriale creata per iniziativa di Pino Aprile.
Questo il programma di Rossella Solombrino.
Profili social: Facebook, Twitter, Instagram.

Rossella Solombrino

 

- Giovanni Moscarella: nato a Napoli nel 1961, è un biologo nutrizionista e si è schierato su posizioni no-vax. A sostenerlo la lista del movimento 3V.
Questo il programma di Giovanni Moscarella.
Profili social: Facebook.

Giovanni Moscarella

© RIPRODUZIONE RISERVATA