Tarquinia, prof universitario ucciso in auto: il killer di Dario Angeletti incastrato dalle telecamere

L'omicidio sarebbe maturato nella cerchia delle conoscenze personali e non lavorative

Mercoledì 8 Dicembre 2021
Professore universitario ucciso in auto: il killer incastrato dalle telecamere

Ore contate per il killer che ha ucciso Dario Angeletti nella sua auto a Tarquinia. Ci sarebbe un sospettato su cui si sta concentrando in queste ore l'attenzione degli investigatori che indagano sull'omicidio del docente universitario di 50 anni dell'ateneo della Tuscia. I carabinieri stanno ascoltando parenti e amici dell'uomo per acquisire elementi utili. Per chi indaga l'omicidio sarebbe maturato nella cerchia delle conoscenze personali e non lavorative, forse per un motivo passionale. Decisive per le indagini i video di alcune telecamere che da lontano inquadrano il parcheggio dove Angeletti è stato trovato.

 

Leggi anche > Lodi, uomo trovato morto in casa: aveva 52 anni. Il decesso risale a oltre un mese fa

 

 

 

 

Nel luogo dove è avvenuto il delitto ci sono telecamere perchè c'è una riserva faunistica. Intanto domani verrà effettuata l'autopsia. Accertamenti anche sul cellulare per risalire agli ultimi contatti. Il cadavere è stato trovato all'interno di una Volvo berlina grigia, in mezzo al piazzale dell'area delle Saline, a due passi dal litorale. L'uomo era insanguinato senza vita, seduto al posto del guidatore con la cintura di sicurezza, a dare l'allarme è stato un passante. La vittima era una persona conosciuta a Tarquinia e nel viterbese. I carabinieri hanno trovato dei segni di frenata dell'auto di Angeletti. Non si esclude dunque che possa aver cercato di fuggire a bordo della sua auto da qualcuno che lo inseguiva. 

Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre, 10:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA