Covid e turismo: dimezzate le presenze e gli arrivi in Italia rispetto al 2019

Martedì 6 Ottobre 2020
Covid e turismo: dimezzate le presenze e gli arrivi in Italia rispetto al 2019

L'effetto Covid sul turismo italiano è stato devastante. Nel 2020, secondo le stime dell'Istituto Demoskopika pubblicate in anteprima dall'Ansa, le presenze e gli arrivi nel nostro Paese si sono poco più che dimezzati rispetto ai precedenti. Con conseguenze economiche drammatiche. 

Leggi anche > Coronavirus, il proprietario del Premier Inn Whitbread taglia 6.000 posti di lavoro: presenze dimezzate negli hotel

Tutta colpa del Covid. Persi 173,5 milioni di presenze e oltre 48 milioni di arrivi con una contrazione rispettivamente del 52,5% e del 51,1% rispetto al 2019. Inoltre, son andati in fumo oltre 16 miliardi di spesa turistica, in appena 8 mesi. Circa la metà di quella che c'è stata quest'anno, intorno ai 14-15 miliardi, è circoscritta a sole tre regioni: Veneto, Toscana e Lombardia. Infine, un altro dato nero per il turismo nostrano: 211 milioni di euro in meno di incassi comunali dell'imposta di soggiorno. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA