Paola Turci e Francesca Pascale hanno detto «sì»: l'arrivo in Jaguar, pochi invitati tutti vestiti di bianco

La cantante e la ex compagna di Berlusconi hanno detto di sì: solo una trentina gli invitati, tanti parenti e qualche amico

Paola Turci e Francesca Pascale a nozze: l'arrivo in Jaguar, pochi invitati tutti vestiti di bianco
Paola Turci e Francesca Pascale a nozze: l'arrivo in Jaguar, pochi invitati tutti vestiti di bianco
5 Minuti di Lettura
Sabato 2 Luglio 2022, 18:29 - Ultimo aggiornamento: 3 Luglio, 10:45

Se non è il matrimonio dell'anno, poco ci manca. Paola Turci e Francesca Pascale hanno detto di sì a Montalcino, in provincia di Siena, davanti a pochi amici, tanti curiosi e al sindaco Silvio Franceschelli, per una emozionante cerimonia. Un matrimonio a sorpresa, come rivelato in anteprima da Leggo pochi giorni fa. Vestite di bianco come tutti gli invitati, una trentina in tutto, la cantante e la ex compagna di Silvio Berlusconi si sono unite civilmente: l'arrivo a bordo di una Jaguar bianca, per rispettare il rigoroso dress code che prevedeva appunto il bianco come colore dominante.

Francesca Pascale e Paola Turci hanno detto sì. Festa al castello di Velona

Francesca Pascale e Paola Turci spose, le dolci dediche su Instagram: «Il giorno più bello della mia vita»

Pochi invitati, quasi tutti parenti più qualche amico: dopo la cerimonia la festa si sposterà al castello di Velona, relais di lusso dell'XI secolo, trasformato in una dimora non per tutti, se si considera che passarci una notte costa dai 900 euro in su. Uscite dopo la cerimonia, le due spose hanno anche sbagliato strada, andando dalla parte opposta rispetto all'auto: una scena molto divertente, magari dettata dalla troppa emozione per il traguardo raggiunto. Auguri alle spose.

 

Il matrimonio tra Paola Turci e Francesca Pascale

Dopo aver tenuto banco per giorni sulle cronache rosa, loro malgrado visto che avevano evitato ogni pubblicità, Paola Turci e Francesca Pascale si sono dunque unite civilmente a Montalcino, in provincia di Siena. Il sì della cantautrice romana e dell'ex compagna di Silvio Berlusconi è stato proclamato a voce alta, oggi pomeriggio, in una cerimonia a cui hanno avuto accesso solo pochi amici e parenti, una trentina, nella sala del Consiglio Comunale del Palazzo dei Priori, sede storica del municipio nel borgo famoso nel mondo per il vino Brunello.

Le neo spose, arrivate in auto, hanno fatto il loro ingresso in Comune alle 17.20, attese in piazza da un piccolo gruppo di curiosi e molti fotografi e cameramen. Per la sobria e intima cerimonia, entrambe vestite interamente di bianco, secondo la tradizione nuziale: Francesca con un tailleur giacca e pantaloni firmato Fendi, Paola con una tuta jumpsuite di Alberta Ferretti. A consacrare l'unione il sindaco Silvio Franceschelli (Pd), che è anche presidente della Provincia, che subito dopo la cerimonia è 'scappato' per arrivare in tempo nel capoluogo per godersi il Palio.

Il primo cittadino ha omaggiato le spose di una bottiglia di pregiato Brunello, una magnum del 2014. «Benvenute a Montalcino, siamo lieti di ospitarvi nella nostra città. Vi auguro una vita felice insieme», ha detto tra l'altro il sindaco. «Ogni anno celebro tanti matrimoni, e quello di oggi è stato davvero emozionante - ha commentato con l'Adnkronos Franceschelli - Ho percepito un sentimento vero: sono due persone che si vogliono bene ed hanno manifestato con forza questi loro sentimenti». Anche gli ospiti ammessi in municipio erano quasi tutti vestiti di bianco.

Le nozze nel castello che Berlusconi voleva comprare

Mentre i cronisti si interrogavano sull'esistenza di un regalo da parte di Berlusconi e qualcuno ipotizzava si potesse addirittura palesare tra gli invitati, la figura dell'ex premier ha aleggiato comunque in qualche modo sull'unione civile delle due donne famose, per la scelta della location meravigliosa che ha ospitato il ricevimento post nozze. Un maniero trecentesco a due passi dall'Abbazia di Sant'Antimo, un autentico gioiello, che la leggenda vuole costruito dall'imperatore Carlo Magno nel 781, perfettamente ristrutturato, di cui, ironia della sorte, si interessò moltissimo, quando era premier, proprio Silvio Berlusconi. All'epoca si disse che il premier era in procinto di acquistarlo ma poi la cosa sfumò.

Oggi il Castello è un resort extralusso, con terrazze mozzafiato sul territorio della Val d'Orcia patrimonio dell'Unesco, che ha accolto le neo-spose all'ora del tramonto, quando il panorama dà il meglio di sé. A scegliere la location, gli addobbi floreali e il menù in gran parte vegetariano, sarebbe stata Francesca Pascale, non senza consultare la futura moglie. Francesca conosce infatti molto bene il territorio circostante, avendo una casa a Trequanda, al confine tra le Crete Senesi e la Val d'Orcia.

La prima foto insieme nell'agosto 2020

Da quando la love story tra Paola e Francesca divenne di dominio pubblico, nell'agosto 2020, per una foto di un bacio durante una vacanza in barca, pubblicata dal settimanale 'Oggi', le due donne hanno trascorso spesso del tempo in Toscana. Nelle ultime settimane, ogni momento libero è stato dedicato alla preparazione della giornata di oggi, che le due volevano proteggere da occhi indiscreti e giudizi malevoli (che puntualmente sono arrivati dai leoni da tastiera), mantenendola lontana dai riflettori come è stato negli ultimi due anni per la loro relazione. Anche la scelta del giorno, tra il Gay Pride di Milano e il Palio di Siena, forse doveva contribuire allo scopo. Ma la notizia è trapelata e la pioggia di felicitazioni del mondo Lgbt e di tanti amici e fan della coppia ha sommerso i pochi odiosi insulti omofobi comparsi sui social.

© RIPRODUZIONE RISERVATA