Torna il lockdown a Melbourne, aggressione choc a una poliziotta. «Cittadini sovranisti si rifiutano di obbedire»

Martedì 4 Agosto 2020
Torna il lockdown, aggressione choc a una poliziotta. «Cittadini sovranisti si rifiutano di obbedire»

Torna il lockdown per la pandemia di coronavirus, e aumentano gli episodi di violenza: accade a Melbourne, dove è stattato l'allarme per l'aumento delle violenze contro il lockdown imposto per contenere la seconda ondata del Covid-19 in città e nello Stato di Vittoria, riporta la Bbc. Vittima dell'ultimo episodio una poliziotta, che è stata aggredita da una donna che le ha afferrato la testa e gliel'ha sbattuta a terra. 

Il capo della polizia Shane Patton ha denunciato l'episodio mettendo in guardia contro i cosiddetti 'cittadini sovranisti' che, in questo caso, sono coloro che si rifiutano di sottostare alle regole anti-Covid-19 e se la prendono con gli agenti. Solo nell'ultima settimana diverse persone che erano state fermate per controlli dalla polizia si sono rifiutate di fornire le loro generalità. «In alcuni casi abbiamo dovuto rompere i finestrini e tirare le persone fuori dalle auto», ha detto Patton. Oltre la metà dei 18.300 casi registrati in Australia nell'ultimo mese sono nello stato di Victoria, di cui Melbourne è la capitale. 

Ultimo aggiornamento: 15:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA