Ombrelloni e lettini rimossi da aree demaniali: “Cala Paura” restituita al pubblico

Ombrelloni e lettini rimossi da aree demaniali: “Cala Paura” restituita al pubblico
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Agosto 2022, 13:03 - Ultimo aggiornamento: 13:06

Ombrelloni e lettini sequestrati, generi alimentari confiscati e natanti rimossi: operazione congiunta di Finanza e Guardia Costiera per preservare le aree demaniali a Polignano a Mare. In particolare, i militari della Guardia di Finanza e della Guardia Costiera di Monopoli hanno sottoposto a sequestro numerosi ombrelloni, sdraio, beni alimentari e rimosso natanti presso “Cala Paura”, a Polignano a Mare, in quanto occupavano illecitamente aree marittime demaniali, restituendo il bene paesaggistico alla collettività.

L'operazione

Dopo un’attenta analisi di rischio realizzata sia grazie all’utilizzo delle Banche Dati in uso ai Corpi sia mediante capillare controllo del territorio, compiuto anche con l’ausilio di mezzi navali, i Finanzieri e i Militari della Guardia Costiera hanno contestato violazioni amministrative e penali nei confronti di due soggetti. Nei confronti del primo, hanno elevato sanzioni amministrative e provveduto alla rimozione di alcuni natanti che occupavano illecitamente il demanio, contestando anche ulteriori violazioni in materia di commercio abusivo itinerante e confiscando i relativi generi alimentari.

Per il secondo soggetto si è provveduto al sequestro di 37 lettini, 45 ombrelloni, 36 basi per ombrelloni in cemento, 2 pedalò e alla contestazione di sanzioni amministrative per violazioni in materia di commercio abusivo itinerante, mancata predisposizione del servizio di salvamento e assenza delle dotazioni di primo soccorso. Lo stesso è stato deferito alla locale Procura della Repubblica per abusiva occupazione di spazio demaniale marittimo. I generi alimentari confiscati sono stati devoluti alla Parrocchia Sant’Anna di Monopoli e alla locale sede della Unitalsi che gestisce la mensa della Caritas. Inoltre, a chiusura dell’intervento, per garantire la piena fruizione dell’arenile da parte della collettività e dei numerosi turisti presenti sul territorio, sono stati sequestrati, quali rifiuti, diversi natanti in condizioni di non navigabilità. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA