Spara alla ex e fugge. Poi scrive su Facebook: «Purtroppo non ci sono riuscito»

La schermata del messaggio su Facebook
Un elettricista 59enne, Giuseppe Lama, di Castellaneta Marina è stato arrestato dai carabinieri della stazione di Marina di Ginosa per tentato omicidio ai danni di una 51enne imprenditrice agricola di Castellaneta, con la quale in passato aveva avuto una relazione sentimentale.
L' uomo è accusato anche di porto abusivo di armi ed esplosione di colpi di arma da fuoco.

Questi i fatti: al termine di una lite, avvenuta per strada, a Marina di Ginosa, l'uomo ha sparato alla donna  un colpo di pistola calibro 9x21 (l'arma è risultata regolarmente detenuta), raggiungendo all'addome la vittima. Poi ha colpito la vittima anche con il calcio della pistola alla testa. Ed è fuggito. Poco dopo ha postato su Facebook tre messaggi in cui in pratica rivendicava il gesto, scrivendo anche: «Purtroppo non ci sono riuscito».

Intanto, sebbene ferita, la donna - che non è in pericolo di vita - è riuscita a raggiungere la propria abitazione da cui ha chiamato i soccorsi ed è stata poi trasportata all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto. E' stata proprio la donna, rimasta cosciente, a riferire ai carabinieri elementi validi per la ricostruzione dei fatti e per l'individuazione dell'aggressore.
Il 59enne, inizialmente fuggito a bordo di una Citroen Xsara Picasso, ha poi contattato i carabinieri indicando il luogo in cui si trovata, in località Pantano, al limite di confine fra Ginosa e Metaponto. I militari lo hanno così raggiunto ed arrestato. All'interno del veicolo è stata rinvenuta e sequestrata la pistola utilizzata per il ferimento della 51enne, in quel momento inceppata per la presenza di un colpo non esploso. Il caricatore, disinnescato, è stato rinvenuto vicino all'arma, che sarà inviata ai carabinieri del Ris di Roma per gli accertamenti balistici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 30 Novembre 2016 - Ultimo aggiornamento: 19:40