Noemi, uccisa dal fidanzato. Selvaggia Lucarelli: "Non era una ragazza perfetta"

Noemi Durini, il post di Selvaggia Lucarelli
Il caso di Noemi Durini, la ragazza di 16 anni uccisa dal fidanzato, è l'ennesimo episodio di omicidio per mano della persona amata. Impossibile non soffermarsi sulla giovane età dei protagonisti dei fatti di Specchia, nel Salento: il killer ha 17 anni, solo uno in più della vittima.

Sulla vicenda si è espressa, attraverso un post su Facebook, anche Selvaggia Lucarelli, ponendo l'accento sull'importanza di non idealizzare la ragazza per non cadere nell'errore di pensarla distante da se stessi: "E' importante non dipingerla come la ragazza perfetta, perché le vittime (così come i carnefici) non vanno mai idealizzate. Idealizzarle, crea distanza tra noi e l'accaduto. E invece no, Noemi poteva essere nostra figlia, poteva essere noi qualche anno fa, può essere la nostra vicina di casa oggi. Può essere noi, ora". 



 

La riflessione della Lucarelli si sofferma anche sul ruolo delle famiglie e delle autorità. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 14 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 19-09-2017 21:01
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti