Greta Beccaglia dopo le molestie: «Ho passato momenti terribili». Lo sfogo su Instagram

L'amarezza della giornalista, che per il prossimo anno si augura di raggiungere i suoi obiettivi «non 'per la pacca sul culo' ma per la donna e professionista che sono»

Giovedì 30 Dicembre 2021
Greta Beccaglia dopo le molestie: «Ho passato momenti terribili». Lo sfogo su Instagram

A un mese dall'episodio di molestia di cui Greta Beccaglia è rimasta vittima fuori dallo stadio mentre era in onda su Toscana TV, la giornalista 27enne torna sull'argomento per esprimere la sua opinione su quanto accaduto e confessa di aver trascorso dei giorni terribili.

Le parole di Greta Beccaglia

«Ho detto sin dal primo momento, e poi in più occasioni ribadito, che la mia scelta di denunciare l’accaduto si fonda sia su profonde convinzioni personali che, soprattutto, sul rispetto che nutro verso le donne e me stessa». Inizia così il lungo post di Greta Beccaglia su Instagram: una successione di parole su fondo nero a cui affida il suo sfogo.

«Ai grandi esperti che in queste settimane si sono improvvisati avvocati e giuristi, vorrei segnalare che io mi sono limitata a denunciare l'accaduto. Sarà poi la giustizia a stabilire se quei fatti costituiscano violenza sessuale, molestia o addirittura niente di tutto questo: non io, né altri» ha proseguito la giovane giornalista, accusata di aver sollevato un inutile polverone dopo il gesto del tifoso Andrea Sereni solo per guadagnare un po' di visibilità.

«A chi mi ha detto che non ho 'carattere' perché nell’immediatezza ho risposto: 'non puoi fare questo', posso dire ben poco, se non che per me l’educazione è la miglior arma contro l’ignoranza. Agli uomini e alle donne che mi hanno attaccata e insultata pesantemente (utilizzando la maggior parte delle volte un profilo fake) vorrei dire che purtroppo siete riusciti a farmi perdere la serenità. Ho passato giorni terribili, mi avete in qualche momento addirittura fatto sentire in colpa per aver denunciato l’accaduto, oppure perché sono diventata 'popolare' per circostanze non determinate da me» ha continuato a scrivere Greta Beccaglia, riferendosi alle minacce e agli insulti subiti.

Per fortuna in questo mese non sono mancati anche i tanti messaggi di solidarietà di amici, colleghi, ma anche sconosciuti, che di persona e online hanno fatto sentire la loro vicinanza a Greta. «Mi avete dato tanta forza. Vorrei ringraziare quelle persone che mi hanno difesa e mi hanno dato consigli costruttivi». Con una menzione speciale all'amica e manager Francesca Arena «che dal primo istante è stata accanto a me giorno e notte, per aiutarmi a gestire il caos mediatico» e all'avvocato «che con eleganza e professionalità c'è sempre stato». Infine un augurio per il prossimo anno: «di raggiungere il mio sogno non 'per la pacca sul culo' ma per la donna e professionista che sono» .

© RIPRODUZIONE RISERVATA