Ballando con le Stelle, la confessione di Alvise Rigo: «Sono stato bullizzato al liceo»

La sua fisicità gli dà sicurezza, ma l'ex rugbista ora vuole dimostrare chi è veramente

Domenica 28 Novembre 2021
Ballando con le Stelle, la confessione di Alvise: «Sono stato bullizzato al liceo»

Uno dei concorrenti più belli di questa edizione di Ballando con le Stelle è senza ombra di dubbio Alvise Rigo. Personal trainer ex rugbista, Alvise piace molto. E Milly Carlucci addirittura lo ha definito il nostro Can Yaman. Stasera protagonista con la sua maestra Tove Villfor in balli vari, prima delle esibizioni l'atleta si è confidato in una clip. La confessione è molto toccante e nessuno probabilmente, vedendolo oggi, se l'aspettava. Alvise da piccolo a scuola è stato bullizzato. Così un talent diventa un luogo in cui affrontare molte tematiche importanti. 

 

Leggi anche > Lino Banfi commuove: «Mia moglie Lucia? Se un giorno non mi riconoscesse, ci ripresenteremo»

 

 

Ballando con le Stelle, la storia di Alvise

Le problematiche sono nate alle superiori quando a causa della sua statura, il personal trainer era continuamente preso in giro dai compagni di scuola. Non si direbbe, ma Alvise era molto piccolino di statura. 

Secondo il rugbista è stato proprio lo sport a permettergli di svilupparsi fisicamente. «Mi sono alzato molto dai 16 anni in poi, in prima superiore ero molto piccolo» ha poi raccontato di come ha vissuto quel periodo. «Stavo al loro gioco, ma effettivamente ne risentivo. Mi consolavo con lo sport, mi sfogavo»: per Alvise lo sport è stato fondamentale è lui stesso a dirlo. «Io ero un ragazzino piccolino a cui mancava grinta, una grinta che mi è venuta fuori per necessità». Ma ora per il vip di ballando tutto è cambiato: «Ora sono abbastanza contento di me come uomo, sto iniziando ad esserlo. Ma non sono sempre stato così, come ora, né fuori né dentro. Ci sono vari motivi in cui in gioventù ammetti a te stesso che non vuoi essere più preso in giro».

 

La svolta televisiva

Però Alvise Rigo, che grazie ai suoi muscoli ha acquisito molta sicurezza, da questo programma vuole di più: «Di me vorrei che arrivasse la verità. Se mi arrabbio o sono scherzoso continuerò a farlo e oltre al fattore estetico spero che arrivi proprio questo: quello che non riesco mai a filtrare»

© RIPRODUZIONE RISERVATA