Puglia, il bonus nozze vale solo per 20 coppie. Già 570 domande, Emiliano sommerso dalle richieste. E ora serve un milione di euro

Giovedì 3 Settembre 2020 di Mario Fabbroni
Puglia, il bonus nozze vale solo per 20 coppie. Già 570 domande, Emiliano sommerso dalle richieste. E ora serve un milione di euro
Una trovata, per far ripartire i matrimoni congelati dal coronavirus e dare un piccolo aiuto sottoforma di bonus alle aziende del wedding pugliese. Peccato che il voucher-nozze lanciato dal Governatore in carica Michele Emiliano (Pd) abbia portato in dote appena 30 mila euro. Briciole lanciate sul tavolo di un qualsiasi banchetto nuziale, solitamente imbandito con decine di portate appetitose e leccornie. 



Quei 30 mila euro forse non coprono le spese di un solo matrimonio. Figuriamoci come avrebbero mai potuto sostenere il Programma Puglia wedding Travel Industry. Millecinquecento euro di contributo alle spese di ogni cerimonia valgono infatti per 20 coppie. Invece le domande sono una valanga e costringeranno la Giunta di Emiliano (in piena lotta elettorale con lo sfidante di centrodestra Raffaele Fitto per il voto del 20 e 21 settembre) a un finanziamento di ben altro spessore. Alla pec di Puglia Promozione (l'ente incaricato di gestire i voucher-nozze) sono subito arrivate 570 domande.

Un successo che sembra un boomerang: i 30 mila euro in bilancio sono stati polverizzati in un amen, raggiungendo la ragguardevole cifra potenziale di 855 mila euro. Certo, le richieste dovranno essere accettate. Tuttavia sono retroattive alla data del 1 luglio e valide fino al prossimo 10 dicembre, quindi sembra facile prevedere che fotografi, videomaker, allestitori di fiori e addobbi, ristoratori, albergatori, trasportatori di passeggeri, wedding planner, acconciatori e make-up artist, venditori e produttori di bomboniere, negozianti e produttori di abiti da sposa e da cerimonia, cantanti e aziende di intrattenimento dal vivo (ovvero i soggetti titolari a ricevere il contributo) faranno lievitare il conto alle stelle. Paradossalmente infatti ora non c'è alcun limite di spesa: il bonus nozze - c'è scritto in una nota di chiarimento - verrà implementato fino a soddisfare tutte le domande regolarmente presentate e accolte per matrimoni da almeno 40 invitati e tra sposi di ogni sesso e religione. Nello stesso atto regionale si attesta che la Puglia è la regione-boom per i matrimoni, con un giro d'affari miliardario. 

I detrattori di Emiliano parlano di provvedimento elettorale, lui invece gongola anche se dovrà allargare i cordoni della borsa. Ma per il cuore (e per le elezioni) non c'è prezzo che tenga.
riproduzione riservata ® © RIPRODUZIONE RISERVATA