Giorgia Soleri in tv come «fidanzata di Damiano dei Maneskin»: lo sfogo dopo il programma

Giorgia Soleri era su Rai 1 per presentare il suo libro di poesie "La Signorina Nessuno"

Mercoledì 18 Maggio 2022
Giorgia Soleri in tv come «fidanzata di Damiano dei Maneskin»: lo sfogo di rabbia

Giorgia Soleri si sfoga sui social opo essere stata definita in tv "La fidanzata di Damiano dei Maneskin". Ad aver infastidito la ragazza è stato il sottopancia, in cui non compare il suo nome e cognome, ma si enfatizza la relazione con il cantante. Nelle stories di Instagram mostra quanto accaduto e spiega il disappunto con l'ironia che la contraddistingue. 

 

Leggi anche > Laura Maddaloni attacca Luxuria a Pomeriggio 5: l'intervento di Barbara D'Urso che reagisce così
 

 

Giorgia Soleri, lo sfogo su Instagram

Giorgia Soleri era a Storie Italiane per presentare il suo libro di poesie "La Signorina Nessuno" e ha parlato della sua vita e della malattia di cui soffre, la vulvodinia. Non sono mancate le domande sulla storia d'amore con Damiano David, frontman della band dei Maneskin. Come hanno sottolineato anche i suoi followers, nel sottopancia è stata definita “la fidanzata di Damiano”.

 

Giorgia Soleri, lo sfogo su Instagram


«Ma non sono senza nome! Mi chiamo la fidanzata di nome e Di Damiano dei Maneskin di cognome. Come fate a non saperlo?» ironizza a chi la tagga per mostrare indignazione. L'attivista, che vanta campagne di sensibilizzazione sul women empowerment e una proposta di legge sulla vulvodinia, ha fatto anche un riferimento alla serie Il racconto dell'ancella chiamandosi "OfDamiano", ovvero "DiDamiano". Nel romanzo distopico di Margaret Atwood (The Handmaid's Tale), infatti, le donne di Gilead destinate alla procreazione non hanno un nome, ma sono di proprietà dei comandanti. 

 

 

 

Giorgia Soleri, lo sfogo su Instagram

A una follower che parla della vulvodinia come di una patologia di Damiano risponde:  «Oggi buttiamola in caciara e la chiudiamo così, perché sono troppo stanca fisicamente e mentalmente. A Roma è una bellissima giornata, è arrivata l’estate e il sole splende, io sono tornata a casa da poco (tra lavoro e commissioni) e sto leggendo un libro sdraiata sul divano con l’arietta fresca che entra dalla porta finestra aperta. E va bene così. Ma presto riaffrontiamo l’argomento, che di cose da dire ne ho fin troppe».

 

Ultimo aggiornamento: 12:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA