I medici per anni gli dicono: «Sei troppo ansioso». Ma in realtà soffriva di una malattia cardiaca

Il 27enne ha voluto raccontare la sua storia per aumentare la consapevolezza sulle condizioni cardiache nascoste nei giovani

I medici per anni: «Sei troppo ansioso». Ma in realtà soffriva di una malattia cardiaca
I medici per anni: «Sei troppo ansioso». Ma in realtà soffriva di una malattia cardiaca
2 Minuti di Lettura
Martedì 21 Giugno 2022, 11:29 - Ultimo aggiornamento: 12:31

I medici gli dicono che è troppo ansioso, ma in realtà ha un problema al cuore. Tom Roberts, un 27enne britannico, è stato curato per 10 anni come soggetto ansioso, ma in realtà i sintomi che lamentava erano la spia di un problema cardiaco. Tom ha scoperto di stare male solo dopo tanta insistenza e tanti controlli fatti con medici diversi.

Leggi anche > Sparatoria ad Harlem, muore star del basket NCAA: Darius Lee aveva 21 anni. Killer in fuga

Oggi il 27enne ha deciso di raccontare la sua storia e di avviare una raccolta fondi per aumentare la consapevolezza sulle condizioni cardiache nascoste nei giovani. «Nel periodo tra la mia adolescenza e fino ai 25 anni, sono stato colpito da numerosi sintomi vaghi, ma spesso debilitanti. Questi andavano da palpitazioni e dolore toracico a un battito cardiaco accelerato e gravi attacchi di stanchezza», ha raccontato alla stampa locale. Tom era giovane e sportivo, per questo i numerosi medici consultati associavano tutto all'ansia e allo stress.

Per anni ha preso ansiolitici, senza che facessero effetto, poi, quasi per caso, è arrivata la diagnosi del problema cardiaco. Durante alcuni esami per un altro disturbo non correlato, gli è stato consigliato di fare un Elettrocardiogramma che ha evidenziato delle anomalie. Si è scoperto che Tom aveva la sindrome di Wolff-Parkinson White (WPW), un’anomala conduzione cardiaca che si manifesta spesso proprio con la tachicardia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA