Variante indiana, Oms: «Presente in almeno 17 Paesi nel mondo. Più frequenza anche in Italia»

Mercoledì 28 Aprile 2021
Variante indiana, Oms: «Presente in almeno 17 Paesi nel mondo. Più frequenza anche in Italia»

India, Stati Uniti, Regno Unito e Singapore. Ma anche in Belgio, Svizzera, Grecia e Italia. Sono almeno 17 i Paesi nel mondo in cui è sbarcata la variante cosiddetta indiana del virus del Covid-19. L'elenco degli stati in cui è stata sequenziata è stato rilevato dall'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) nel suo bollettino settimanale sulla pandemia.

 

La mutazione del virus che sta flagellando con un impeto finora sconosciuto l'India, detta anche variante B.1.617, è stata rilevata in oltre 1.200 sequenziamenti caricati sulla banca dati internazionale Gisaid, ricorda l'Oms. I Paesi dove è stata rilevata con più frequenza sono dunque, India, Stati Uniti, Regno Unito e Singapore. ma anche in Belgio, Svizzera, Grecia e Italia.

 

 

 

La variante

La variante B.1.617, che ha una serie di «sub-varianti» è stata classificata finora come mutazione «di interesse» ma non ancora «preoccupante», che l'etichetterebbero come più pericolosa del virus originale in quanto più contagiosa, più letale o resistente ai vaccini.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 15:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA