Inferno intorno all'ospedale di Gallipoli. Il sindaco denuncia: «Incendio doloso»

Dalla tarda mattinata i vigili del fuoco del comando provinciale di Lecce sono impegnati - coadiuvati dai volontari della Protezione civile - nelle operazioni di spegnimento di un vasto incendio divampato nella pineta che si trova vicino l'ospedale «Sacro Cuore di Gesù» di  Gallipoli, e alimentato da un forte vento di maestrale. C'è stato a lungo il rischio che la struttura venisse evacuata, a causa del fumo acre. Il direttore sanitario dell'Asl di Lecce insieme con il responsabile sanitario del nosocomio avevano anche predisposto un piano di evacuazione che prevedeva il trasporto dei pazienti negli altri ospedali della provincia a bordo di ambulanze del 118.
 
 

Poi, col passar dei minuti, il lento migliorare della situazione ed è stato deciso di soprassedere. Alle operazioni di spegnimento del rogo stanno prendendo parte anche due mezzi aerei, un fireboss e un Canadair, con ripetuti lanci d'acqua. La strada provinciale che collega Gallipoli ad Alezio resta al momento ancora chiusa alla circolazione.

In un post su facebook, il sindaco Stefano Minerva denuncia la natura dolosa del rogo dopo aver rassicurato sull'evolversi dei soccorsi. «Un grande lavoro delle forze dell'ordine, Polizia Municipale, Guardia di Finanza, Carabinieri, Vigili del Fuoco e Protezione Civile - scrive il primo cittadino -. Sono intervenuto sul posto insieme al Prefetto con cui abbiamo coordinato i lavori. Grande impegno degli amministratori e grande collaborazione fra le parti, con canadair abbiamo delimitato subito la zona: ora non ci sono pericoli, è andato tutto bene. La natura dell'incendio è dolosa, per questo mi auguro che rimanga un episodio isolato».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 4 Luglio 2017 - Ultimo aggiornamento: 20:36