​Incidente in moto, grave un 40enne

Incidente in moto, grave un 40enne
È ricoverato in gravi condizioni al “Perrino” di Brindisi un 40enne mesagnese, dopo un incidente avvenuto nella notte tra domenica e lunedì nella zona artigianale di Ostuni. 
L’uomo, dopo aver perso il controllo del mezzo, potrebbe aver arrestato la sua corsa contro un segnale stradale, rovinando al suolo e sbattendo il capo ed alcune parti del corpo violentemente sul cordolo del grande rondò che veicola il traffico della provinciale per Carovigno. Immediati i soccorsi: sul posto vigili del fuoco della Città bianca e gli agenti del commissariato a cui ora è affidata l’indagine per ricostruire l’accaduto. Intanto F.L. si trova ricoverato in prognosi riservata nell’ospedale del capoluogo, dopo che per l’intera giornata di ieri i sanitari hanno monitorato l’evolversi delle sue condizioni, anche in rapporto alla gravità dei traumi subiti. Il 40enne viaggiava solo in quegli istanti. Non risultano altri mezzi coinvolti. Sono stati alcuni passanti sopraggiunti istanti dopo ad allertare i soccorsi, quando hanno visto l’uomo riverso per terra. Il motociclista lasciato il centro abitato di Ostuni viaggiava verso Carovigno.
Forse a causa di un pericolo improvviso o di un’errata valutazione dell’incrocio il 40enne non ha seguito l’orientamento della strada andando a sbattere contro il segnale ed a terra. Subito i medici si sono resi conto della gravità delle sue condizioni, predisponendo il ricovero d’urgenza a Brindisi: così come fondamentale è stato l’arrivo immediato di vigili del fuoco e polizia per mettere in sicurezza il ferito e l’intera area, ed evitare che altri mezzi potessero rimanere coinvolti nel sinistro.
 
Di qui è iniziata la corsa verso il “Perrino” di Brindisi, dove l’uomo è giunto in condizioni critiche, tali da indurre i sanitari brindisini a non sciogliere la prognosi. Traumi agli arti ed al volto che preoccupano i medici: l’equipe del reparto di rianimazione anche nelle prossime ore continuerà a monitorare il suo quadro clinico. Al Perrino sono giunti i familiari dell’uomo: sono ore di angoscia per loro, nell’attesa che superata questa prima fase critica le condizioni del motociclista possano migliorare in tempi brevi. 
Intanto gli agenti del commissario di Ostuni hanno sul posto acquisito tutti gli elementi per far luce sull’accaduto. Una ricostruzione non facile quella delle forze dell’ordine, a lavoro sin dalla nottata di domenica per chiarire ogni aspetto della vicenda. Massimo il riserbo da parte dell’autorità giudiziaria, che vagliano alcune piste. Se sia trattato di un pericolo improvviso, proveniente da un animale o da un’altra autovettura, o ancora di una distrazione istantanea a determinare la perdita del controllo ed il grave impatto sull’asfalto, lo stabiliranno gli accertamenti del commissariato della Città bianca. L’incidente si è verificato a meno di un chilometro dal centro abitato ostunese, nei pressi il grande rondò, ben illuminato che veicola in traffico verso Carovigno, la zona artigianale e la marina ostunese. Un incrocio a cui si arriva dopo un tratto in rettilineo, già in passato, purtroppo teatro di altri gravi incidenti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 20 Giugno 2017 - Ultimo aggiornamento: 16:43