Taranto, 100 giorni di latitanza, poi l'arresto: in manette il boss Giappone

EMBED

La squadra Mobile della Polizia di Taranto ha arrestato all'alba di oggi il tarantino Cosimo Cesario, capoclan di 61 anni, conosciuto con il soprannome di "Giappone". Cesario era ricercato dallo scorso 25 maggio quando era sfuggito alla retata con la quale i poliziotti hanno sgominato il suo gruppo, accusato di gestire un vasto e redditizio traffico di droga. Il latitante è stato scovato in una casa del rione Tamburi.