Capodogli a Otranto, "sfilata" di quattro esemplari all'ombra del faro di Palascia

EMBED

Sfilata di capodogli a Otranto: lo spettacolo, a pochi metri dal faro di Punta Palascia, non è sfuggito a un bagnante che, a maggio scorso, ha filmato il passaggio degli animali.

I Capodogli attraversano regolarmente il canale d’Otranto. Di solito si avvistano al largo, sulla linea dell’orizzonte. Ma nei mesi di aprile e maggio, non è difficile vederli anche molto vicino alla costa, proprio come è avvenuto. La loro rotta, infatti, è influenzata da tanti fattori, ma può giungere fino a riva per il fatto che il Salento offre, da Capo d’Otranto sino a Leuca, fondali molto profondi. I capodogli torneranno poi nei mesi di settembre ed ottobre.

Spesso vicino alla costa anche tonni e delfini

Ma non sono solo i capodogli a prediligere questa rotta in questi periodi. Essi sono in  buona compagnia. Si possono osservare, infatti, i tonni ed i pescespada. I delfini, invece, sono presenti tutto l’anno e nei periodi invernali, a volte entrano anche nei porti del Salento.