Brindisi, ponti a rischio: preoccupano “Bozzano” e il cavalcavia “De Gasperi”

Giovedì 12 Maggio 2022
Video

Risalgono alla fine del 2018 gli esiti del monitoraggio straordinario di strade e ponti voluto dall’allora governo dopo la tragedia del ponte Morandi, a Genova. In quell’occasione, a destare vera preoccupazione fu solo lo stato del cavalcavia De Gasperi a Brindisi, che collega il quartiere Commenda e tutti gli altri rioni più esterni al centro storico. Per altre due strutture, ovvero il ponte di via Martiri delle Fosse Ardeatine e quello di via Palmiro Togliatti, era invece stata segnalata solo la necessità di manutenzioni straordinarie ai giunti. Da allora, tuttavia, nulla è cambiato se non il fatto che continuano ad arrivare segnalazioni da parte di cittadini riguardo a possibili rischi per l’incolumità delle persone. 

Le segnalazioni riguardano il ponte che collega Commenda con Bozzano. Sono molti, infatti, i cittadini che percorrono a piedi via Martiri delle Fosse Ardeatine e, soprattutto in occasione del passaggio di mezzi pesanti, segnalano pericolose vibrazioni ed una sensazione di instabilità. 

La situazione più preoccupante è e resta, invece, quella del cavalcavia De Gasperi. Richiede un intervento drastico: l’abbattimento e la ricostruzione ex novo. Ma anche in questo caso, come in quello dei ponti di Bozzano e Sant’Elia, la situazione è rimasta ferma negli ultimi due anni, tra Covid ed attenzioni concentrate su altre opere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA