Le delizie del Maceratese, dell’Adriatico e del Salento: ecco il weekend delle sagre

Mercoledì 17 Luglio 2019
Tre borghi distanti migliaia di chilometri, ma accomunati dalla vicinanza al Mare Adriatico. Sarà festa nel fine settimana del gusto a Matelica, Chioggia e a Merine, tra vini pregiati, delizie di mare e ricette tipiche del Salento.

Il 19 e il 20 luglio Matelica, una sorta di isola tra i verdi colli della provincia di Macerata, si colorerà di verde e, con il Matelica Wine Festival, dedicherà un fine settimana a sua maestà il Verdicchio. Tappa del Grand Tour delle Marche - il circuito di eventi dedicato a cibo e manualità, promosso da Tipicità ed Anci – proporrà irresistibili “duetti” tra il famoso vino e le performance artistiche e musicali. Madrina d’eccezione e conduttrice del cooking-talk show in programma venerdì sera sarà Veronica Maya; un viaggio nel Verdicchio accompagnato dalle voci dei wine makers e dai piatti di due chef locali di grande talento: Serena D'Alesio, del Relais Marchese del Grillo di Fabriano, e Simone Scipioni, vincitore dell’edizione 2018 di Masterchef. Ad accompagnare questa speciale serata anche il live di Alessandro “Dante” Mancuso, vincitore de La Corrida 2019. Nella serata di sabato, invece, Verdicchio sarà in “modalità pop” lungo le vie e le piazze del centro storico, con punti di degustazione guidata, anche in abbinamento a tante espressioni di street food proposte dai ristoratori locali in appositi spazi attrezzati. Concerti e dj set accompagneranno gli assaggi, in un clima di festa capace di coinvolgere gourmet e amanti del vino, ma non solo.

Spostandosi in Veneto, da ben 82 anni nella “piccola Venezia” il mese di luglio è quello dedicato alla Sagra del Pesce, la manifestazione incentrata sui sapori del mare e della laguna e sulla riscoperta delle tradizioni dei pescatori. Strettamente legata al mare sul quale si affaccia, Chioggia proporrà fino al 21 luglio le migliori ricette a base di prodotti ittici locali da gustare negli stand gastronomici che abbelliranno Corso del Popolo, la principale via del centro storico. Dal pesce in saore alla frittura mista, dalle vongole e le cozze in cassopipa alle sogliole ai ferri, fino ai fasolari gratinati e alle grigliate miste di pesce, gli amanti della cucina di mare avranno davvero l’imbarazzo della scelta.

La “Sagra te lu ranu” animerà invece Merine dal 19 al 22 luglio, esaltando la vita contadina e in particolar modo il grano, frutto e simbolo delle fatiche contadine nei campi. Il paese salentino sarà coinvolto tra religiosità, buona gastronomia e tanto divertimento, tre giorni nei quali sarà possibile gustare, nel clima di allegria tipico delle feste paesane estive nel “Tacco d’Italia”, un’ampia selezione dei prodotti tipici di questo territorio. Il ricco menù prevede ranu stampatu, muersi, fave nette e cecore reste, carne di cavallo, pucce, frise ncapunate, pizzi e pasticciotti; e ovviamente non mancherà una ricca selezione di pietanze preparate con farina di tritordeum, un cereale figlio del grano duro e dell’orzo selvatico, nato in Spagna circa 30 anni fa da sperimentazioni contadine e poi importato per la prima in volta in Puglia nelle terre di Putignano.

A Paganico Sabino e Spina di Campello sul Clitunno, intanto, è tutto pronto per altri due imperdibili eventi. Il 28 luglio la storia di Paganico Sabino – antico borgo in provincia di Rieti - andrà in tavola con la Sagra delle Sagne Strasciate, un delizioso primo piatto che ancora oggi viene realizzato seguendo un’antica ricetta. Il borgo umbro aprirà invece le porte dal 27 luglio al 3 agosto per la Sagra del Tartufo e dei Prodotti Tipici: sarà una buona occasione per gustare lo scorzone in tantissime varianti, insieme a tante altre ricette tradizionali del territorio.  Ultimo aggiornamento: 11:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA