Papa Francesco, dolore al ginocchio fa saltare 2 eventi (ma stamani è andato all'ambasciata russa in Vaticano)

Papa Francesco, dolore al ginocchio fa saltare 2 eventi (ma stamani è andato all'ambasciata russa in Vaticano)
Papa Francesco, dolore al ginocchio fa saltare 2 eventi (ma stamani è andato all'ambasciata russa in Vaticano)
di Franca Giansoldati
4 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Febbraio 2022, 12:45 - Ultimo aggiornamento: 15:35

Città del Vaticano – Erano diversi mesi che Papa Francesco avvertiva fitte al ginocchio. Ci aveva persino scherzato sopra. «E' un acciacco da vecchi». A volte però sul suo volto si intravedevano smorfie di dolore che nemmeno le infiltrazioni di acido ialuronico riuscivano a mitigare un po'. Un fastidio legato alla età che si trascina irrisolto, e che ora lo ha costretto a prendere una decisione che non avrebbe voluto prendere: rinunciare a due appuntamenti che gli stavano particolarmente a cuore. Il primo è l'incontro con i sindaci e i vescovi del Mediterraneo in corso a Firenze, e al quale avrebbe dovuto partecipare domenica, assieme al presidente della Repubblica, Mattarella.

Il secondo impegno che ha fatto saltare riguarda la tradizionale processione all'Aventino del Mercoledì delle Ceneri, il 2 marzo. Restano, invece, in piedi tutti gli altri appuntamenti che non lo costringono a salire e scendere le scale, camminare a lungo, sostare in piedi per ore. I medici gli hanno consigliato di riguardarsi un po' e di limitare, almeno in questo momento, attività che comportano un uso prolungato del ginocchio.

Il disturbo al ginocchio, però, non gli ha impedito di andare stamattina a via della Conciliazione nella sede della ambasciata Russa presso la Santa Sede a parlare con l'ambasciatore Alexander Avdeev a manifestare il suo dolore per quello che sta accadendo. In Vaticano escludono che vi sia margine per una mediazione anche se l'agenzia argentina Telam insinua che quella visita fuori programma  sia stata fatta con l'intento di proporsi come mediatore. Inoltre ieri il segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin aveva letto una dichiarazione accorata nella quale, in un passaggio, si affermava che nonostante l'ora buia e le bombe c'è ancora spazio per una composizione diplomatica tra Ucraina e Russia.

Il colloquio con l'ambasciatore russo è durato 40 minuti, secondo l'agenzia russa Ria Novosti. Il fulcro della conversazione era la situazione umanitaria in Ucraina e Francesco ha manifestato preoccupazione per la popolazione chiedendo la protezione dei bambini, dei malati, dei sofferenti, degli anziani. 

Quanto agli eventi papali cancellati di Firenze e dell'Aventino sono stati annunciati dalla sala stampa in uno stringato comunicato. «A causa di un’acuta gonalgia, per la quale il medico ha prescritto un periodo di maggiore riposo per la gamba, Papa Francesco non potrà recarsi a Firenze domenica 27 febbraio, né presiedere le celebrazioni di Mercoledì delle Ceneri il 2 marzo». 

Anche in una delle ultime udienze ad un gruppo di fedeli il Papa aveva chiesto di essere compreso se non poteva stare in piedi per ricevere i saluti. Si è scusato con gentilezza, rimanendo seduto, ma continuando tranquillamente a leggere il discorso e, succesivamente, a stringere mani e salutare persone.

La salute del Pontefice - 85 anni - nonostante gli acciacchi dell'età, i problemi alle articolazioni pregressi, causati da una sciatalgia persistente, restano monitorati dalla equipe dei medici del Gemelli che lo segue dietro le quinte, ma non destano particolari preoccupazioni. Nel luglio scorso il Papa si è sottoposto ad un delicato intervento chirurgico all'addome. In sala operatoria,  i medici gli hanno dovuto asportare 30 centimetri di intestino. In seguito il Vaticano ha escluso ogni forma tumorale anche se né i medici, né il policlinico romano ha mai firmato un bollettino sanitario e nessun chirurgo ha mai voluto fornire personalmente informazioni alla stampa come era accaduto in passato con gli altri Papi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA