Il Papa perde la pazienza, pugno duro con gli Araldi del Vangelo per strani riti esorcistici sui bimbi

Domenica 29 Settembre 2019 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano – Con quelle tuniche medievali con sopra ricamata una grande croce bianca e rossa, come nel film di Brancaleone alle Crociate, gli Araldi del Vangelo sarebbero quasi pittoreschi, se non fosse che all'interno di questo nuovissimo ordine religioso nato in Brasile poco tempo fa, sono state riscontrate delle brutte anomalie. Come gli abusi di potere, il culto della personalità, il controllo psicologico sui membri fino a praticare degli strani esorcismi sui ragazzini capaci di creare in loro suggestioni e traumi, per arrivare ad una sorta di vassallaggio tra il chierico e il fedele. 

In Brasile e nel resto del mondo gli Araldi del Vangelo sono circa 3 mila e sono diffusi in una settantina di paesi. Si sono sviluppati sui dogmi di una fede super ortodossa, quasi anticonciliare e in aperto contrasto con il pontificato di Papa Francesco che già nel 2017 ha disposto una inchiesta su di loro culminata con l'annuncio di alcuni giorni fa: gli Araldi del Vangelo verranno commissariati da un cardinale brasiliano, Raimundo Damasceno Assis con l'obiettivo di depurarli dalle devianze dottrinali. Naturalmente il commissariamento implica anche il controllo sull'amministrazione dei beni che, a quanto si dice, sia piuttosto ingente, frutto di donazioni e lasciti importanti da parte di famiglie benestanti brasiliane. 

A fare perdere la pazienza della Santa Sede sono stati dei video che mostrerebbero degli esorcismi praticati su dei ragazzi. Le registrazioni mostrano il momento in cui i responsabili dei rituali schiaffeggiano adolescenti e bambini nella testa.  A questo particolare si aggiunge anche l'abuso della credulità popolare visto che si inducevano i fedeli a credere che persino i cambiamenti climatici sono il frutto del demonio.

Le assurdità che circolavano ruotavano attorno ai messaggi che arrivavano dall'aldilà dal defunto nobiluomo Plinio Correa de Oliveira, un giornalista morto nel 1995, fondatore dell'associazione  per la Difesa della Tradizione, Famiglia e Proprietà in Brasile.  Dall'aldilà Plinio Correa avrebbe fatto arrivare agli Araldi la rivelazione che l'origine dei cambiamenti climatici e del buco nell'ozonon è il diavolo. Una follia.

Qualche tempo fa si è dimesso dal vertice degli Araldi monsignor João Clá Dias - un ex canonico onorario della Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma – ma senza dare spiegazioni. 

Gli Araldi del Vangelo sono un'associazione privata di laici, la prima di diritto pontificio ad essere stata istituita nel nuovo millennio (22 febbraio 2001) su approvazione di Papa Giovanni Paolo II, che affidò loro il compito di diffondere il culto della Madonna di Fatima nel mondo.

Oggi il movimento spirituale conta circa 3.000 affiliati ed è presente in 78 Paesi, fra cui Brasile, Portogallo ed Italia. La Diocesi di Roma ha affidato agli Araldi del Vangelo la gestione della Chiesa di San Benedetto in Piscinula. L'avvio delle indagini inizia due anni fa, quando un ex-araldo, Alfonso Beccar Varela, diffuse dei filmati controversi riguardo alle attività del movimento. Gli Araldi hanno denunciato Varela di aver diffuso video coperti dal diritto d'autore ma l'ex-araldo si è difeso dicendo di averlo fatto per denunciare l'organizzazione. Il movimento spirituale si è sempre smarcato dalle accuse fino all'epilodo del commissariamento. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA