Oslo e Leuven, le capitali 'eco' d'Europa da non perdere

Martedì 19 Settembre 2017 di Veronica Timperi
Oslo e Leuven, le capitali 'eco' d'Europa da non perdere

Avere un approccio ecosostenibile e consapevole rispetto alla vita del pianeta, è diventato un qualcosa di imprescindibile da tramandare alle nuove generazioni. Spesso per farlo basta visitare i luoghi giusti e mostrare che esiste un'altra possibile realtà. E non parliamo solo di riserve protette e di parchi naturali che comunque sono oasi ambientali, bensì di vere e proprie città, che mostrano il volto più bello della parola green. 

Possiamo partire per il nostro green tour da Oslo. Qui si capisce subito che la sostenibilità urbana esiste e non è un' utopia del vivere bene, sin dalla sua posizione geografica con la foresta di Marka, un'area protetta a livello nazionale e affacciata su un suggestivo fiordo, a delimitarne i confini. La natura è la sua continua ispirazione, basti pensare che la capitale della Norvegia ha fatto del suo simbolo, l'opera house, un edificio modernista che ripropone in chiave architettonica un iceberg gigante. 

Un impegno che le è valso il premio European Green Capital 2019 (EGCA). Niente male per una capitale a misura d'uomo, che però da tempo sta attuando progetti ambientali di rilievo. La città norvegese vuole diventare carbon free entro il 2030. Ma non solo: è anche capitale mondiale del veicolo elettrico, visto che oltre il 30% dei mezzi di trasporto che circolano per le sue strade, infatti, non sono alimentati a carburante. Per il futuro Oslo punta alla riqualificazione della fitta rete di vie navigabili presenti nell'area (finora ne sono state riaperte circa 3 km) e a sfruttare di più l'economia circolare. Il biogas prodotto dai rifiuti organici e dalle acque urbane potrà perciò essere utilizzato per alimentare bus e edifici. Sempre in Scandinavia, ma in Svezia, Växjö, Foglia Verde Europea per il 2018, offre un connubio perfetto tra a il verde l'aerea urbana che è letteralmente incastonata nei paesaggi naturali, che rappresentano il 70% del territorio. Inizia a piacere molto ai turisti proprio perché rappresenta un continuum con giardino urbani ed aree naturali protette. 

Altra meta molto gettonata in Europa come simbolo di ecosostenibilità è Leuven, in Belgio, a pochi passi da Bruxelles. Qui sono i cittadini ad aver fatto la differenza dando un esempio virtuoso. Appartengono tutti a questa realtà urbana, infatti, i 60 stakeholder e i più di 300 membri tra associazioni e singoli che hanno instituito il progetto Leuven Klimaatneutraal 2030 per ridurre significativamente i livelli di CO2 nell'atmosfera fino a farli sparire già dal 2030. Una città simbolo di coscienza ambientale, ma anche di istruzione e divertimento. Questo il trittico del piccolo centro belga che attrae studenti per la sua università e tanti turisti per i suoi locali. Leuven è famosa, soprattutto tra gli amanti della birra, perché qui nacque lo storico birrificio Artois, dove dal 1926 si crea la nota birra Stella Artois. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA