Calabria coast to coast, dalle spiagge ai borghi medievali tanti itinerari da scoprire e wedding destination

Lunedì 6 Luglio 2020 di Silvia Natella
​Calabria coast to coast, dalle spiagge ai borghi medievali tanti itinerari da scoprire e wedding destination (credits Mario Lucio Pati)

La natura si svela in tutte le sue forme in Calabria offrendo, tra coste ed entroterra, una varietà di scorci e itinerari. L’essenza di questa regione misteriosa e poco scontata è racchiusa nel nome dall’etimologia greca, - “kalòn” che significa “bello”. Davanti agli occhi di chi la sceglie, oggi come ieri, le bellezze naturalistiche più eterogenee ai alternano nell’arco di pochi chilometri e regalano panorami suggestivi. Un’offerta turistica che fa della punta dello stivale una meta non soltanto balneare. È un luogo da sempre in bilico tra mito e leggenda, un territorio che ha mantenuto intatta la sua bellezza e che custodisce gelosamente le sue tradizioni, senza mai rinnegare la vocazione all’accoglienza. Ed è proprio durante l’Undiscovered Italy Tours, il format ideato e realizzato da Daniela Corti Events con il patrocinio dell’Enit e della Camera di Commercio di Vibo Valentia, che questa regione ha mostrato alcuni dei suoi punti di forza suggerendo proposte di viaggio per quest’estate all’insegna delle vacanze italiane e location per matrimoni. Di seguito alcuni itinerari.

Leggi anche > Vacanze italiane, la Calabria del turismo riparte nell'epoca post Covid e rilancia la sua immagine     FOTOGALLERY/  VIDEO-REPORTAGE
 

 

LA COSTA TIRRENICA  
Le mille sfumature di blu del mare, i legami con la mitologia greca e la vegetazione rigogliosa sono valsi a una parte del lato tirrenico calabrese il soprannome di “Costa degli Dei”. Il tratto così ribattezzato si estende da Pizzo Calabro a Nicotera, nella provincia di Vibo Valentia, e ha tra le principali attrazioni la città di Tropea. Lungo la “Costa degli Dei” calette rocciose e borghi arroccati fanno da scenario ad antiche leggende. La Baia delle Sirene è un luogo incantato, popolato - secondo il mito - dalle magiche creature raccontate da Omero nell’Odissea. Dietro al canto che stregò Ulisse si cela il suono melodioso dell’impatto tra l’acqua e le grotte, crocevia di correnti e insenature frastagliate e pericolose per i marinai. Gli appassionati di storia possono subire il fascino di Pizzo, antico borgo di pescatori (originario del Duecento) sovrastato da un castello aragonese oggi dedicato a Gioacchino Murat, re di Napoli e cognato di Napoleone ucciso e seppellito in una fossa comune mentre era intento a riprendere il potere. Pizzo è anche rinomato per il suo tartufo gelato, il dessert sofisticato che nacque in onore dei Savoia e che è possibile gustare nelle 12 gelaterie artigianali di Piazza della Repubblica. Soddisfazioni per il palato e anche per gli occhi grazie alla veduta panoramica e al tramonto candidato a diventare patrimonio dell’Unesco. Tra le gradazioni di rosso è possibile scorgere lo Stromboli all’orizzonte e il sole tuffarsi letteralmente nel suo cono vulcanico. 

Più a sud troviamo Tropea, località estiva per eccellenza che si prepara a rilanciare la stagione turistica dopo il lockdown imposto dalla pandemia di Covid 19. L’affaccio dalle terrazze panoramiche offre uno scorcio iconico: un promontorio quasi completamente circondato dal mare su cui svetta il Santuario di Santa Maria dell’Isola. Uno sfondo imperdibile per tutte le foto ricordo e immancabile nell’album di nozze degli sposi che scelgono questa città per pronunciare il loro sì. Tropea, infatti, è una destination wedding in via d’espansione, capofila tra le località calabresi che si prestano a eventi di lusso e le cui bellezze sono tutte da scoprire. Oltre che per il paesaggio mozzafiato, Tropea è famosa nel mondo per la Cipolla Rossa IGP, particolarmente versatile in cucina grazie al suo sapore dolce. Eccellenze gastronomiche che si possono gustare nei ristoranti o negli agriturismi delle vicinanze.


Per alloggiare c’è un ventaglio di opportunità che comprende lussuose dimore storiche adatte anche a ospitare eventi e a celebrare matrimoni. In un antico convento con chiostro del 1500 sorge Villa Paola, un resort di lusso e cornice per meeting e cerimonie. Dimora storica, vanta un’ampia terrazza con vista sulla Costa degli Dei e un giardino in cui spiccano i colori della lavanda e della bougainville. Nella vicina Vibo Valentia, in un’area collinare di 140 ettari, il Popilia Country Resort promette relax tra gli ulivi secolari e atmosfere suggestive per i matrimoni. Affaccio sul Mar Tirreno anche per l’Hotel 501, un albergo su più piani le cui sale ospitano eventi di ogni genere.
Un’altra wedding destination degna di nota è Villa Ventura, dimora settecentesca di Falerna Marina (CZ) che offre vedute panoramiche e ambienti sobri ed eleganti. Porto Pirgos, infine, è una struttura a cinque stelle immersa nella natura che si presta a nozze in grande stile. All’interno, infatti, i marmi e il pavimento a mosaico impreziosiscono gli ambienti destinati a fare da cornice a ricevimenti e vacanze.


LA COSTA IONICA 
Il viaggio in Calabria coast to coast riserva panorami inconsueti. Lungo istmi anche molto stretti è possibile imbattersi in paesaggi montuosi perché le strade che collegano le sue coste attraversano l’Aspromonte, massiccio appenninico dal fascino millenario. Pochi chilometri e si arriva sulla costa Ionica, che colpisce per le spiagge bianche e i paesaggi argillosi. Santa Caterina dello Ionio è una meta in voga tra i turisti stranieri e meno inflazionata tra quelli italiani. Sulla valle che domina le spiagge è possibile fare anche del turismo esperienziale. Grandi e piccoli potranno apprezzare le escursioni in compagnia degli asinelli e i percorsi tra le coltivazioni e i Calanchi. Caratteristica poi è la piccola Baia dell’Ippocampo, nel tratto di mare antistante Soverato (bandiera blu e perla dello Ionio), habitat per colonie di cavallucci marini e sito balneare dall’acqua cristallina. 
Lungo la costa ionica è possibile soggiornare nella Torre Sant’Antonio, una dimora storica di origini saracene nata per avvistare i pirati e oggi riconvertita in resort, dove nelle villette immerse nella natura si potrà letteralmente staccare la spina.

BORGHI DELL’ENTROTERRA 
Addentrandosi nell’entroterra, a pochi chilometri dalla costa ionica, due borghi medievali meritano una visita. Gerace, tra i più belli d’Italia, è posizionato su una rupe arroccata, dalla quale domina la Locride. La sua Porta del Sole è un’attrazione per i visitatori amanti dei panorami, mentre la Cattedrale è un esempio di commistione tra gli stili architettonici bizantino, romanico e normanno. Il museo al suo interno custodisce un tesoro di oggetti sacri di immenso valore. Nella piazzetta principale e nei vicoli è d’obbligo la sosta nelle “bergamotterie”, che invitano a degustare il succo dell’agrume deliziando anche l’olfatto. 
Anche qui l’Undiscovered Italy Tours ha portato giornalisti, travel blogger e wedding planner alla scoperta di location adatte alla celebrazione di matrimoni o all’organizzazione di eventi a carattere internazionale, come il Casale della Rocca, che sorge ai piedi di Gerace e ha un affaccio spettacolare sul mar Ionio. E a pochi chilometri, a Roccella Ionica, il Parco dei Principi si presta a ospitare eventi offrendo, come suggerisce il nome, uno stile e un arredo regale. 
Il secondo borgo è Badolato, famoso per l’accoglienza e le taverne tipiche, dove - negli ultimi anni - le antiche case sono state ristrutturate e arredate per ospitare i turisti.  In questo “albergo diffuso” è possibile ritagliarsi un po’ di tempo per se stessi e godere di un’atmosfera d’altri tempi. (Per informazioni)

 

Ultimo aggiornamento: 7 Luglio, 08:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA