Terme, cibo e integratori: quel mix che fa bene alla salute. Ogni domenica i consigli su Rai Premium

Bigoli conditi con tastasal, uova, asparagi e formaggio grattugiato. Ma anche l'insalata di orzo perlato.

Terme, cibo e integratori: quel mix che fa bene alla salute. Ogni domenica i consigli su Rai Premium
Terme, cibo e integratori: quel mix che fa bene alla salute. Ogni domenica i consigli su Rai Premium
3 Minuti di Lettura
Lunedì 15 Aprile 2024, 11:36

Quali sono i nutrienti dei piatti della tradizione italiana? Verrà spiegato nel corso de “Le Strade Del Benessere”, la trasmissione in onda ogni domenica su Rai Premium, canale 25 del digitale terrestre, e su Raiplay. Un viaggio, lungo sette puntate, che ha come location le principali stazioni termali italiane.

Il contributo di Sanugen e il suo metodo teragnostico

Bigoli conditi con tastasal, uova, asparagi e formaggio grattugiato.

Ma anche l'insalata di orzo perlato. Piatti tipici della cucina veronese che hanno indubbi benefici nutrizionali. Sanugen, l'azienda, nata nel 2022, grazie Incoronata Laurenza e Renato Colognato, è protagonista de “Le Strade Del Benessere”, la trasmissione in onda ogni domenica su Rai Premium, canale 25 del digitale terrestre, e su Raiplay. Un viaggio, lungo sette puntate, che ha come location le principali stazioni termali italiane, a partire appunto dalla scaligera Acquardens: «Il nostro compito - racconta Incoronata Laurenza - è di spiegare ai telespettatori quali siano i nutrienti dei piatti cucinati come aggiungere a questi un ulteriore apporto dando consigli su salute e benessere, sia attraverso metodi di cura, sia grazie ai nostri nutraceutici».

L’azienda, del resto, vanta la produzione di quattro nutraceutici naturali al 100 per cento, studiati e prodotti nei laboratori Sanugen: San4Vir per sostenere il sistema immunitario e tonificare le funzioni dell’organismo; San4Digest per supportare la funzione digestiva e favorire la depurazione dell’organismo; San4Pineal per regolarizzare il ritmo sonno-veglia e la produzione di melatonina; San4Prime per il controllo del sistema immunitario e contrastare i fenomeni infiammatori. «Un mix, quello tra la stazione termale, i piatti tipici e i nostri consigli, che migliora il benessere psico-fisico delle persone - sottolinea Renato Colognato. La gamma di nutraceutici che consigliamo durante i diversi episodi, infatti, vogliono integrarsi agli apporti nutrizionali descritti in ogni piatto. Nei bigoli, ad esempio, sono preponderanti i carboidrati, in secundis le proteine e poi i lipidi grazie alla presenza di uova e formaggio grattugiato. Gli asparagi invece vantano ottime proprietà nutrizionali come fibre, vitamine e sali minerali».

Ed è qui che il contributo di Sanugen diventa importante: «Grazie ad anni di ricerca in laboratorio e importanti confronti accademici -sostengono Laurenza e Colognato- vogliamo apportare un contributo per gli spettatori, facendo conoscere quella che è la medicina integrata e il nostro metodo, che definiamo teragnostico». L’azienda, infatti, basa il proprio lavoro su un percorso che integra anamnesi e terapia. Grazie a un metodo funzionale e innovativo, a partire dal dialogo e dall’utilizzo di strumenti tecnologici certificati e non invasivi, il team di Sanugen si impegna a ricercare le cause del malessere nella persona, per poi consigliare piani alimentari personalizzati, approcci fitoterapici e l’utilizzo dei propri nutraceutici, il tutto senza tralasciare l’importanza delle cure mediche convenzionali.

Solo una dieta sana e l’integrazione dei giusti nutrienti permettono al nostro organismo di essere sempre in equilibrio e protetto dagli agenti esterni. Mangiare sano, assumere integratori testati e certificati, e non eccedere con lipidi e stress non può portare altro che benefici a corpo e mente: «Per noi -concludono Laurenza e Colognato- i pazienti sono in primis delle persone, quindi un consiglio su tutti: curiamoci in maniera giusta, con prodotti adeguati e solo con l'aiuto di esperti. Le Strade del Benessere ci offre la possibilità di dare il nostro contributo, e di questo ringraziamo la competenza dello staff Rai e dell'autore Stefano Bini».

© RIPRODUZIONE RISERVATA