WhatsApp, i dati girati a Facebook: milioni di utenti in fuga (su Telegram). Allarme violazione della privacy

Martedì 12 Gennaio 2021
WhatsApp, i dati girati a Facebook: milioni di utenti in fuga (su Telegram). Allarme violazione della privacy

Fuga da WhatsApp. Milioni di utenti hanno compiuto il «drastico» passo di abbandonare la popolare app prima di un aggiornamento della politica sulla privacy che li costringerà a condividere i propri dati con Facebook. L'aggiornamento, che verrà rilasciato l'8 febbraio, interessa gli utenti di WhatsApp in tutti i paesi al di fuori dell'Europa e del Regno Unito, dove esistono severe leggi sulla protezione dei dati. Gli utenti in queste regioni saranno tenuti a dare il proprio consenso affinché Facebook acceda ai propri dati, inclusi i numeri di telefono e le informazioni su come interagiscono con gli altri, al fine di continuare a utilizzare l'app.

Il requisito si applicherà indipendentemente dal fatto che l'utente WhatsApp abbia o meno un account Facebook. La notizia ha portato molte persone a passare alle app rivali, secondo i dati di Sensor Tower. Quando le modifiche alla politica sulla privacy sono state annunciate il 7 gennaio, Telegram ha raccolto quasi 1,7 milioni di download e Signal ha ottenuto 1,2 milioni di download, mentre WhatsApp, che di solito domina, ha ottenuto solo 1,3 milioni di download. Anche le installazioni di WhatsApp sono diminuite di circa il 13% a 10,3 milioni di download nei primi sette giorni di gennaio, rispetto ai sette giorni precedenti.

Whatsapp, ecco i messaggi che si autodistruggono: dopo 7 giorni scompaiono dalla chat

WhatsApp ha avvisato per la prima volta gli utenti delle nuove modifiche alla politica sulla privacy in una notifica la scorsa settimana. L'informativa sulla privacy spiega: «Come parte delle società di Facebook, WhatsApp riceve informazioni e le condivide con le altre società di Facebook. Possiamo utilizzare le informazioni che riceviamo da loro, e possono utilizzare le informazioni che condividiamo con loro, per aiutare a far funzionare, fornire, migliorare, comprendere, personalizzare, supportare e commercializzare i nostri Servizi e le loro offerte, inclusi i prodotti della società Facebook».

WhatsApp, smart reply sugli Android: ecco cosa sono e come funzionano

In sostanza, questo significa che Facebook sarà ora in grado di accedere alle informazioni sull'account incluso il numero di telefono, informazioni su come interagisci con altri utenti, quanto spesso e per quanto tempo usi WhatsApp. Altri dati che potrebbero essere condivisi con Facebook includono l'indirizzo IP, i dettagli del browser, la lingua e il fuso orario. WhatsApp è stata acquisita da Facebook nel 2014 e ha condiviso i dati con la sua società madre dal 2016.

WhatsApp, come leggere i messaggi in segreto evitando la doppia spunta blu

Giornali piratati, è guerra aperta: salgono a 114 i canali Telegram sequestrati

 

 

Ultimo aggiornamento: 08:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA