Il primo Sms 28 anni fa: la rivoluzione “a parole”

Mercoledì 2 Dicembre 2020 di Claudia PRESICCE

Parole parole parole. Se però verba volant (le parole volano via), scripta manent (le cose scritte restano). E sono 28 anni oggi che tante parole scritte restano sui nostri telefoni. Anche se prima erano cellulari grossi e rudimentali e oggi si chiamano smartphone e sono slim con mille app di parole che ci portiamo appresso, tutto è sempre partito da lui: il 3 dicembre del 1992 venne inviato il primo SMS. Lo mandò dal suo computer (i...

Il testo completo di questo contenuto a pagamento è disponibile agli utenti abbonati
© RIPRODUZIONE RISERVATA