Accordo Ferrovie dello Stato-Tim: a bordo sempre connessi anche in galleria

Il Frecciarossa ETR1000
Il Frecciarossa ETR1000
di Francesco Bisozzi
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 16 Febbraio 2022, 13:49 - Ultimo aggiornamento: 17 Febbraio, 14:00

Treni sempre più veloci, ma soprattutto  connessi.

Il gruppo Ferrovie dello Stato, all’avanguardia nei servizi a banda larga per i treni ad alta velocità, oggi si impegna a offrire ai propri passeggeri una connessione affidabile e potente, anche nelle tratte caratterizzate dalla presenza di gallerie, dove finora Internet ha sempre singhiozzato. A questo scopo il gruppo guidato da Luigi Ferraris ha siglato con Tim, attraverso la controllata Rete Ferroviaria Italiana, un accordo per il potenziamento degli impianti di copertura mobile 4G delle gallerie lungo le linee dell’alta velocità. Il progetto vale 12 milioni di euro di investimenti: i lavori di potenziamento degli impianti nelle gallerie, sulle tratte dell’alta velocità tra Torino, Milano, Bologna e Firenze, sono in partenza quest’anno, e proseguiranno nel corso del 2023, da Firenze fino a Napoli e da Bologna a Venezia. 

GLI OBIETTIVI

Alla fine dell’anno scorso, nel corso di un’audizione alla Camera, l’amministratore delegato Luigi Ferraris ha spiegato che l’obiettivo di Ferrovie dello Stato è di rendere il viaggio in treno sempre più attrattivo agli occhi dell’utenza. «Ma per aumentare la componente di trasporto su rotaia dobbiamo investire, oltre che sull’infrastruttura fisica, anche sulla connettività e sul viaggio a bordo», ha sottolineato il manager. Sei mesi fa il ministro dell’Innovazione tecnologica e della Transizione digitale, Vittorio Colao, ha avviato un tavolo di confronto con i vertici di Rfi e le telco, con la partecipazione del Mims di Enrico Giovannini e del ministero dello Sviluppo economico, proprio per definire il perimetro delle iniziative con cui migliorare e portare a livelli di eccellenza internazionale la connettività voce e dati sui servizi ferroviari italiani. Più nel dettaglio, gli interventi che il gruppo Fs ha in programma consentiranno ai passeggeri di usufruire di una connessione stabile e di alta qualità pure nelle aree più sfavorevoli, sia attraverso il servizio Wi-Fi di bordo sia sfruttando la copertura diretta degli operatori Tlc aderenti al progetto. Oggi tutta la flotta Frecciarossa ETR1000 ed ETR700 dispone del sistema di connessione Wi-Fi Fast, che utilizza contemporaneamente la copertura cellulare 4G-MIMO di tutti gli operatori telefonici disponibili sul territorio attraversato. La soluzione, oltre a essere 5G ready, permette di aggregare la capacità di banda dei vari operatori. I clienti hanno valutato positivamente la qualità del nuovo servizio di connessione a bordo treno, al punto che ora lo richiedono sempre più di frequente e in maniera esplicita all’atto dell’acquisto del biglietto. In questa fase Trenitalia sta proseguendo nell’installazione del Wi-Fi Fast anche sui Frecciarossa ETR 500.

L’ACCESSO

Con Wi-Fi Fast l’accesso a internet è immediato: basta accedere alla rete di bordo, avviare il browser e accettare le condizioni d’uso del servizio, dopodiché si viene trasportati sull’homepage dei diversi servizi disponibili (si possono vedere film, serie tv, leggere le notizie, ascoltare musica o fare una videoconferenza). Il servizio è stato attivato anche all’estero: per esempio sulla tratta Milano-Parigi effettuata da Trenitalia France con i treni ETR1000. Dunque a beneficiare del potenziamento della connettività non saranno solo i passeggeri che nei viaggi di medio e lungo raggio, come in un prossimo futuro quelli regionali, hanno l’esigenza di portarsi avanti con il lavoro.

I SERVIZI

La rivoluzione tecnologica impatta pure sulla videosorveglianza dei treni, sul sistema di raccolta dati per la manutenzione predittiva e su tutti gli altri servizi di bordo che hanno bisogno di una connessione stabile e di qualità verso terra. Il gruppo Fs sta adottando soluzioni e dispositivi estremamente innovativi per la manutenzione predittiva dei treni e della rete ferroviaria, tra cui la tecnologia IoT che grazie a una rete di sensori permette la raccolta, l’analisi e l’elaborazione dei dati in tempo reale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA