Zes jonica, cronoprogramma e interventi nell'incontro tra il commissario Gallucci e Confindustria

Zes jonica, cronoprogramma e interventi nell'incontro tra il commissario Gallucci e Confindustria
3 Minuti di Lettura
Sabato 7 Maggio 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 12:27

La Zes Jonica potrà finalmente scaldare i motori per avviarsi verso un percorso di piena operatività. La nomina del Commissario Floriana Gallucci è stata infatti finalmente sancita dalla cosiddetta bollinatura da parte della Corte dei Conti, dopo mesi di attesa che avevano di fatto congelato l’operatività dello strumento, varato dal Governo 5 anni fa e da circa 5 mesi in attesa del visto di legittimità.

Zes, sblocco sui commissari: pieni poteri per l'area jonica

L'incontro

«È un passaggio che auspicavamo da tempo e che segna un importante avvio – ha dichiarato il presidente di Confindustria Taranto Salvatore Toma, in un incontro in sede con il neo commissario - sia per rendere operativo uno strumento per noi fondamentale, in quanto attrattore di investimenti, sia per intraprendere con il commissario Gallucci un comune percorso di collaborazione».
Il commissario, nel corso dell’incontro in Confindustria, ha illustrato per grandi linee l’ampio perimetro entro il quale andrà ad operare ed il cronoprogamma delle attività per la realizzazione degli interventi programmati. 
La Zes interregionale Puglia-Basilicata – è stato ribadito nel corso del confronto - ha come porto di riferimento lo scalo jonico. Le aziende che vi si insedieranno, oltre ad usufruire del credito d’imposta e godere delle speciali condizioni della Zes, potranno pertanto contare sulle prerogative offerte dalla Zfd (la zona franca doganale): «Le Zes - ha dichiarato il Commissario - devono essere viste come uno strumento di politica industriale finalizzato a favorire lo sviluppo di nuove filiere produttive ed al rafforzamento competitivo delle diverse specializzazioni presenti sui territori, a partire dai settori del Made in Italy». 

A Bari un incontro con il ministro Carfagna per parlare di Zes


Nel ribadire la piena collaborazione, il presidente Salvatore Toma ha espresso al Commissario Gallucci la disponibilità a supportare la Zes dal punto di vista logistico-organizzativo aprendo alla fruizione degli uffici di Confindustria Taranto, rimandando la definizione di un eventuale accordo in successivi incontri da realizzare a breve. 
Come si dicevca, l’insediamento del commissario Gallucci è arrivato nei giorni scorsi dopo l’atto burocratico della bollinatura, la cui attesa aveva bloccato per circa 5 mesi la piena operatività di una figura e di un ufficio istituti dal governo lo scorso anno per rafforzare uno strumento varato nel 2017 al fine di attrarre investimenti nelle aree industriali del Mezzogiorno grazie ad atti di semplificazione burocratica e al riconoscimento di un consistente credito di imposta. 

A Bari un incontro con il ministro Carfagna per parlare di Zes
Dopo cinque anni finalmente a Taranto il commissario governativo potrà operare con pieni poteri, anzi con poteri rafforzati sino ad assumere funzioni di stazione appaltante e operare con poteri straordinari in deroga alle disposizioni di legge in materia di contratti pubblici, limitatamente a una realizzazione più efficace e tempestiva degli interventi del Pnrr. Il Commissario potrà anche modificare la perimetrazione della Zes.

© RIPRODUZIONE RISERVATA