«Pronto? La mia vicina esce di notte»: la segnalazione di un insonne, poi l'arresto della latitante

Venerdì 21 Febbraio 2020
Ricercata dal 2016, con un mandato di cattura internazionale per il sequestro di un imprenditore di Prato. Si era trasferita tempo addietro dalla Toscana alla Puglia, a Castellaneta marina, in provincia di Taranto, dove per anni ha vissuto nascosta. Fino a che un vicino insonne non ha notato movimenti sospetti e li ha segnalati alla finanza. I militari della compagnia di Altamura, insieme ai colleghi del I Gruppo di Bari, sono dunque riusciti a scoprire che in quella casa, sotto falso nome, si nascondeva E.D., torinese di 52 anni, latitante. La donna si faceva chiamare Silvana D'Angelo. 

Sequestrò e rapinò una turista: arrestato un gioielliere 48enne

La donna era stata condannata a otto anni dalla Corte d'Appello di Firenze per sequestro di persona a scopo estorisivo per una vicenda risalente al 2005, quando proprio lei, E.D., avviò le trattative con un imprenditore toscano per l'acquisto di un centro estetico. L'uomo scoprì che l'interlocutrice era protestata e lei organizzò un piano per estorcergli 180mila euro insieme ad altre tre persone di origine slava. Sequestrarono l'imprenditore mentre usciva dalla sua casa di Firenze e lo nascosero a Bologna, dove lo picchiarono. Poi, dopo averlo rapinato, lo abbandonarono alla stazione. 

La successiva denuncia della vittima consentì di portare a processo la donna, che subito dopo la condanna definitiva fuggì fino a stabilirsi in Puglia. La sua abitudine di uscire solo di sera, però, non è sfuggita all'attenzione di un residente a Castellaneta marina durante una notte insonne. Dopo i controlli effettuati dagli investigatori, allertati proprio da quel cittadino, è scattato il blitz e dunque l'arresto. Ultimo aggiornamento: 13:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA