Taranto tappa fissa, così le crociere stanno cambiando la città

Taranto tappa fissa, così le crociere stanno cambiando la città
3 Minuti di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 07:34

Ormai Taranto è meta quasi quotidiana di turisti stranieri, che arrivano al porto con le numerose crociere che si alternano nello scalo jonico. Ieri mattina l’assessore allo Sviluppo Economico, Fabrizio Manzulli, ha portato il saluto della Amministrazione Melucci al primo approdo della nave da crociera della linea Mein Schiff.

La crescita

«Ho avuto modo di visitare la nave - fa sapere Manzulli - e di parlare con il Comandante con il quale ci siamo già dati appuntamento alla stagione 2023. Il turismo crocieristico tarantino, dopo anni di lavoro, è ormai una realtà consolidata con importanti ricadute economiche sul territorio. Dobbiamo continuare a lavorare anche in questa direzione».

In effetti il turismo crocieristico sta diventando una costante positiva per il territorio jonico e una prospettiva di sviluppo sempre più concreta, grazie all’acquisizione di un numero crescente di accordi con diverse compagnie del settore che hanno cominciato ad inserire stabilmente Taranto nei loro itinerari.


Indubbiamente, a trainare questo movimento è stata principalmente l’intesa con un colosso come Msc, il cuo approdo in città è programmato in tutti i mercoledì del mese, ma è chiaro che poi anche altre società del settore hanno cominciato a guardare con interesse a Taranto come meta turistica. Un turismo che arriva soprattutto da altre nazioni, quindi, e che di conseguenza sta portando nella città dei Due Mari tantissimi stranieri che non conoscevano il capoluogo jonico e che, adesso, si mostrano conquistati dal patrimonio naturale di un luogo unico.
L’auspicio è che, di pari passo con questo interesse, possa crescere anche l’immagine di Taranto grazie a servizi sempre migliori e a un decoro urbano che ha necessità di interventi massicci per evitare che le strade cittadine si presentino agli ospiti d’oltralpe in condizioni più adeguate. Sicuramente una delle priorità per la nuova giunta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA