Truffe agli anziani, campagna di sensibilizzazione dei carabinieri di Taranto: coinvolti anche gli studenti

Truffe agli anziani, campagna di sensibilizzazione dei carabinieri di Taranto: coinvolti anche gli studenti
3 Minuti di Lettura
Venerdì 3 Giugno 2022, 10:26 - Ultimo aggiornamento: 13:54

Il grave fenomeno delle truffe agli anziani, particolarmente avvertito anche nella provincia jonica, è già oggetto di una campagna di prevenzione che mira a sensibilizzare le potenziali vittime. In questo contesto, il Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto ha avviato un’iniziativa che prevede il coinvolgimento diretto degli anziani, attraverso l’accompagnamento dei nipoti durante le visite alla caserme, organizzate dalle scuole nell’ambito del percorso di formazione della cultura della legalità.

L'iniziativa

Ad inaugurare questo nuovo percorso sono stati gli alunni dell’Istituto Comprensivo Statale “V. Martellotta” di Taranto che, accompagnati dai rispettivi nonni, hanno visitato il Comando Provinciale dei Carabinieri, soffermandosi ad approfondire il fenomeno delle truffe agli anziani. I militari, dopo aver fatto visitare le aree operative della caserma e i mezzi utilizzati dai Carabinieri nel corso delle attività istituzionali, hanno illustrato, nel corso di una specifica presentazione, tutti i “trucchi” utilizzati dai truffatori per raggirare le vittime.

Per arginare questo fenomeno odioso, infatti, si è voluto sensibilizzare il mondo degli anziani e, allo stesso tempo, quello dei giovani, chiamati ad assumere il ruolo di prime sentinelle in difesa dei propri cari che, spesso, non si rendono conto – per l’”abilità” di criminali senza scrupoli, che agiscono sulle paure e sulla sensibilità delle ignare vittime – di cadere in una trappola ben organizzata. L’iniziativa, molto apprezzata dai partecipanti e dagli insegnanti, proseguirà con l’inizio del prossimo anno scolastico, coinvolgendo scolaresche di tutta la provincia, nella convinzione che la sicurezza dei nostri anziani, a cui tutti dobbiamo tanto, deve essere al centro di una rete di protezione sempre più integrata, che li possa proteggere da malintenzionati e truffatori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA