Torna la Fiera del Mare di Taranto

Mercoledì 13 Ottobre 2021 di Alessandra MACCHITELLA
La conferenza di ieri mattina


Torna la Fiera del Mare a Taranto e si riparte lì dove tutto si era fermato, nella Villa Peripato, proprio come un tempo. La storica manifestazione si svolse per la prima volta in città nel 1946, quando fu visitata dall’allora Capo dello Stato Enrico De Nicola, fino al 1956.

Il 2021 fa rinascere la storica manifestazione: venerdì 15 si inaugura alle 17.30 e si concluderà domenica 17. «La fiera torna nella sua sede originaria – ha dichiarato il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci - per rilanciare uno sviluppo alternativo della città. Si tratta di un altro test di resilienza, come accadrà per la Biennale di architettura, per i Giochi del Mediterraneo e come è stato per Sail Gp. Alla città fanno bene questi momenti per ripartire e guardare con fiducia al futuro, i tarantini nel Dna hanno il mare al posto del sangue. Taranto è capitale di mare perché intorno alla filiera del mare ci sono tante prospettive per la città che non vuole più affogare nella monocultura siderurgica».

Previsti 80 stand, degustazioni, dibattiti e talk show tematici, organizzati dal Comune di Taranto con il patrocinio della Regione Puglia. «La fiera è interamente dedicata all’attività del mare e alla blue economy – ha spiegato l’assessore al turismo e marketing territoriale Fabrizio Manzulli – con attività per bambini. Il ticket per la parte enogastronomica sarà dato in donazione alla fondazione Città della speranza con il progetto di Antonella Viola, per la realizzazione dei laboratori dell’oncologico pediatrico a Taranto. Venerdì 15 e sabato 16 l’apertura sarà dalle 17 alle 23, domenica invece dalle 10 alle 22». L’ingresso sarà gratuito con obbligo di green pass.

Due mari wine fest

Tutte le sere, a partire dalle 21, spazio al Due Mari Wine Fest. «Ci sarà un’area dedicata interamente alla migliore enogastronomia tarantina e pugliese – ha aggiunto Stefania Ressa, ideatrice e organizzatrice del Due Mari Wine Fest insieme a Fabio e Andrea Romandini - con aziende del territorio selezionate. Dalle 21 ci saranno masterclass con degustatori Ais (associazione italiana sommelier) che abbineranno ai vini i piatti dei ristoranti presenti alla fiera. Ci saranno 10 stand, ognuno presenterà cantine pugliesi, altri dedicati al food. Tra i piatti proposti ci sarà riso, patate e cozze rivisitato e la frittura sarà grande protagonista». Intanto preparativi in corso per la villa Peripato che torna ad essere scenario della manifestazione. «Come azienda partecipata socio unico del Comune di Taranto abbiamo dato il nostro contributo – ha raccontato Francesco D’Errico, presidente della municipalizzata Kyma Servizi - ripristinando e mettendo a nuovo il portale d’ingresso della Villa Peripato. Con i tecnici stiamo colmando le anomalie nell’asfalto, riempiendo le buche presenti nel percorso e ripristinando le zone in cui mancano i mattoni, nel pieno rispetto delle prescrizioni imposte dalla Soprintendenza, perché il sito non può essere oggetto di particolari modifiche. Taranto aspettava da tanto tempo questo evento e quest’anno sarà diverso e innovativo. La villa Peripato sarà più ordinata e accessibile al pubblico».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA