Abusi su minore disabile, ai domiciliari un 53enne. Le indagini dopo la denuncia della madre

Abusi su minore disabile, ai domiciliari un 53enne. Le indagini dopo la denuncia della madre
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Marzo 2022, 10:59 - Ultimo aggiornamento: 18:47

Si sarebbe macchiato di abusi sessuali su un ragazzino disabile. Con questa accusa è finito agli arresti domiciliari un uomo di 53 anni di Grottaglie, in provincia di Taranto. L'uomo è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Polizia di Grottaglie in esecuzione del provvedimento restrittivo spiccato dal gip del Tribunale di Taranto su richiesta della procura. L'indagato risponde di violenza sessuale ai danni di un minore.

Le indagini

Le indagini sono partite pochi giorni prima del Natale scorso dopo la denuncia presentata dalla madre del minore che aveva notato dei comportamenti strani del figlio riuscendo a scoprire come un uomo, dopo essere riuscito a carpire la fiducia del ragazzo, lo aveva indotto ad avere ripetutamente rapporti sessuali. Tra l’ottobre del 2020 e il dicembre 2021 l'indagato avrebbe abusato delle condizioni di inferiorità psichica del ragazzo, affetto da lieve ritardo mentale, per indurlo in numerose occasioni a compiere e a subire atti sessuali.

L'arresto

Gli esiti delle indagini hanno convinto il pm a chiedere il provvedimento restrittivo che è stato spiccato dal gip del Tribunale. Gli agenti hanno arresto l'inquisito e lo hanno collocato ai domiciliari. Sotto sequestro anche il cellulare e gli apparecchi informatici dell'uomo che ora saranno esaminati per andare alla ricerca di riscontri alle gravi accuse.

La vittima

È un ragazzo, affetto da lieve ritardo mentale, che all'epoca dei fatti contestati non era ancora 17enne la vittima di presunti abusi sessuali da parte di un 53enne di un comune della provincia di Taranto, posto gli arresti domiciliari dalla Polizia in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale ionico Giovanni Caroli su richiesta della Procura. I due, a quanto si è appreso, si erano conosciuti a una festa dove l'arrestato era il dj.

L'amicizia nata quella sera si era tramutata in un legame morboso da parte del 53enne, secondo quanto contestato dagli inquirenti. A presentare la denuncia è stata la mamma del ragazzo che aveva iniziato a nutrire sospetti dopo aver assistito ad alcune videochiamate tra il figlio (definito «molto ingenuo e facilmente influenzabile») e l'amico. L'arrestato ospitava il minorenne nella sua abitazione, gli faceva regali e gli comprava cibo e vestiti. Gli abusi sarebbero durati almeno da ottobre 2020 a dicembre 2021. Dopo un'iniziale reticenza è stato proprio il minore a confessare tutto alla madre e a chiederle di denunciare l'uomo che si era approfittato di lui e aveva anche tradito la sua fiducia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA