Truffa sul reddito di cittadinanza, denunciati marito e moglie

Mercoledì 24 Giugno 2020
Il comando provinciale dei carabinieri di Taranto
Hanno incassato 9.000 euro a titolo di reddito di cittadinanza. Ma non avevano diritto a quel sostegno. E per questo due coniugi tarantini sono stati denunciati a piede libero dai carabinieri. Il raggiro è stato portato a galla dai carabinieri di Taranto nell'ambito di una serie di controlli per arginare il fenomeno delle “truffe online”.
Gli inquirenti hanno appurato che i due, entrambi con precedenti penali, percepivano un vero e proprio “reddito illecito” derivante dalla fiorente attività di truffatori online. Inoltre, al fine di poter percepire entrambi il beneficio del reddito di cittadinanza, la donna aveva falsamente dichiarato, all’atto della presentazione della domanda, di risiedere stabilmente in una località diversa dal marito ed ai figli, ma gli accertamenti hanno chiarito che i due vivevano insieme. Oltre alla denuncia per truffa ai danni degli acquirenti, quindi, è scattata anche la denuncia per “truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche” in quanto la coppia ha percepito in modo indebito più di 9000 euro. Entrambi sono stati segnalati all’Inps che ha provveduto a sospendere il pagamento del reddito di cittadinanza.
  Ultimo aggiornamento: 13:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA