Tenta di violentare 17enne, extracomunitario preso a bottigliate

Tenta di violentare 17enne, extracomunitario preso a bottigliate
Ha tentato di violentare una ragazza di diciassette anni. Ma a fermarlo è arrivato il fidanzato della vittima, che lo ha allontanato a colpi di bottiglia. Poi ha lanciato l'allarme è il malintenzionato è stato fermato poco dopo in ospedale dove si era recato per farsi medicare. In carcere è finito un uomo di 31 anni, di nazionalità marocchina, che ora è accusato di violenza sessuale. Il grave episodio si è verificato sul litorale di Castellaneta Marina. Lo straniero ha agganciato una comitiva di ragazzi e in particolare quella giovane che aveva alzato un po' il gomito. Quando è rimasto solo con la 17enne ha cominciato ad allungare le mani cercando di violentarla. Fortunatamente è sopraggiunto il fidanzato della malcapitata che ha colpito il 31enne alla testa con una bottiglia.

L'uomo si è dato alla fuga, ma i carabinieri della cittadina lo hanno rintracciato e arrestato poco dopo. Era nel pronto soccorso dell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto per farsi medicare la ferita alla testa, I militari lo hanno bloccato e condotto in carcere. Il marocchino, irregolare sul territorio italiano, senza fissa dimora, sprovvisto di documenti e già colpito da un ordine di espulsione dal territorio dello Stato emesso dalla Questura di Palermo, nelle prossime ore comparirà dinanzi al gip.


LEGGI ANCHE: Jesolo, ragazza violentata in spiaggia di notte: fermato un senegalese
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 25 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:46