Fa il tampone per sottoporsi a un intervento chirurgico: positivo al Covid un 13enne. Negativa la madre: altri test su familiari e amici

Thursday 28 May 2020
Tredici anni, niente febbre o tosse, nessun sintomo né frequentazioni sospette. Eppure è risultato positivo al tampone. Il ragazzo che era ricoverato nell'ospedale Santissima Annunziata di Taranto, è stato trasferito nel pomeriggio di ieri nel reparto di malattie infettive del Moscati. A evitare un pericolosissimo contagio nel più grande ospedale jonico è stato il rispetto dei protocolli anti-Covid che prevedono la ricerca del virus in tutti i pazienti che devono essere sottoposti ad interventi chirurgici.

Così è stato fatto sul tredicenne che prima di entrare in sala operatoria per un intervento programmato di chirurgia ortopedica (il giorno precedente aveva rimediato una ferita lacero-contusa con lesioni tendinee da vetro su un gomito a causa di una caduta), è stato sottoposto al tampone che ha rilevato la presenza del coronavirus. Si è potuta così evitare l'esperienza dell' ospedale San Pio di Castellaneta dove un focolaio ha contagiato una quarantina di persone tra personale sanitario, pazienti e loro parenti.

Focolai di coronavirus, i Nas negli ospedali e nelle Rsa
Sale a 51 il numero dei contagiati: quasi la metà passa da Castellaneta

L'équipe ortopedica del Santissima Annunziata, diretta dal dottor Lorenzo Scialpi, in collaborazione con l’equipe anestesiologica diretta da dottor Michele Cacciapaglia, hanno eseguito l'intervento con tutte le cautele del caso e indossando i presidi di protezione previsti. Al termine dell'operazione, il giovane paziente è stato isolato e trasferito all'hub Covid del rione Paolo VI mentre la sala operatoria e tutti gli ambienti percorsi dal potenziale vettore sono stati sanificati compresi arredi e strumentario.

La positività del tredicenne residente in un comune della provincia, è stata poi comunicata ai responsabili del Dipartimento di prevenzione che ricostruiranno la catena del contagio stabilendo gli isolamenti domiciliari e i controlli quotidiani di tutte le persone che sono state in contatto con il 13enne nelle ultime due settimane. Sempre ieri, nella sala operatoria dell'ospedale di Manduria è stato eseguito un altro intervento chirurgico su una persona che precedentemente era stata contagiata e poi guarita dal virus. In questo caso, il tampone di verifica eseguito il giorno prima dell'intervento programmato, ha dato esito negativo. Questo, comunque, non ha cambiato gli accorgimenti di profilassi del personale di sala che ha operato con tutti i dispositivi di prevenzione previsti come se si trattasse di una persona ancora infetta.

La madre, su cui è stato eseguito il tampone, è risultata negativa al coronavirus. Ora si sta indagando sugli altri membri del nucleo familiare e sui contatti stretti.

Intanto ieri il bollettino della Regione Puglia, non ancora aggiornato sul caso del tredicenne, segnava zero. Solo 8, infine, i pazienti ricoverati nell'ospedale Moscati, non tutti positivi Covid.

il Direttore Generale dell’Asl Taranto, Stefano Rossi, ha voluto complimentarsi con «l’équipe del reparto di Ortopedia del “SS.Annunziata”, che ha gestito con la massima serenità e professionalità un inatteso caso di Covid, eseguendo un intervento rispettando tutte le disposizioni previste in caso di trattamenti sanitari su pazienti positivi. Mi preme esortare caldamente tutta la popolazione, e in particolare i più giovani, ad adottare le precauzioni necessarie, nella vita di tutti i giorni, per impedire al Coronavirus di riprendere forza e scongiurare una nuova ondata di contagi, perché, come ci insegna questo caso, il virus è ancora tra noi. Nella cosiddetta “fase 2” il senso di responsabilità di ciascuno di noi ha un ruolo preponderante: gli obblighi e i divieti che hanno caratterizzato il periodo di lock-down, per la maggior parte, sono venuti meno; tocca a noi, adesso, seguire le raccomandazioni che ben tutti conosciamo, nello svolgere le nostre attività quotidiane, e in particolare rispettare distanza di sicurezza e indossare la mascherina quando si è con altre persone». Ultimo aggiornamento: 12:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA