Sventarono un suicidio, encomio per due vigili urbani

Mercoledì 21 Aprile 2021
La cerimona


Un encomio per i due agenti della Polizia Locale che salvarono la vita ad una giovane donna che aveva deciso di suicidarsi lanciandosi nel vuota dalla ringhiera del lungomare di Taranto. Il riconoscimento è stato consegnato ai due vigili urbani dal sindaco Rinaldo Melucci nel corso di una cerimonia nel comando di via Acton.

Il salvataggio

I due agenti, lo scorso 20 marzo, intervennero prontamente sul lungomare dopo l'allarme lanciato da alcuni passanti. Una giovane donna, infatti, minacciava di lanciarsi nel vuoto nei pressi del monumento ai marinai, proprio al termine di corso due mari. Un luogo scelto purtroppo, già in passato da alcuni giovani per togliersi la vita. Sul posto quel giorno piombarono gli agenti Ivan Libera Giovanni Mignano che riuscirono a bloccare la donna proprio mentre stava per lasciarsi cadere nel vuoto, sventando il suicidio.

 

La cerimonia

 

La cerimonia di consegna dell'encomio si è tenuta nella  sala “Venneri” del comando di via Acton della Polizia Locale di Taranto. A consegnare il riconoscimento è stato proprio il sindaco di Taranto Melucci.
«Siamo qui - ha detto il primo cittadino jonico - per testimoniare a Ivan e Giovanni la nostra gratitudine. Si sono già distinti in altre occasioni e questo encomio arricchisce ulteriormente il loro già notevole curriculum professionale. Siamo contenti che il nostro corpo di Polizia Locale esprima competenze, energie e positività di questo livello, auspichiamo che il loro esempio possa essere di insegnamento per cittadini e colleghi. Taranto sta cambiando in meglio, anche grazie al loro impegno».
 

Ultimo aggiornamento: 14:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA