Spacciatori incastrati da una telecamera, sei arresti

Spacciatori incastrati da una telecamera, scattano sei arresti
Sei persone in carcere con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio e al traffico di sostanze stupefacenti. I provvedimenti restrittivi sono stati eseguiti alle prime luci del giorno dai poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Taranto. Gli arresti, in manette due donne e quattro uomini, tutti tarantini, sono scattati al termine di una attività di indagine coordinata dai magistrati della Dda di Lecce e sono stati disposti dal gip del capoluogo salentino.
La retata ha colpito una presunta organizzzazione che avrebbe gestito il lucroso business dello spaccio nei quartieri di Paolo VI e Borgo. Le manovre del sodalizio criminoso sono state inquadrate dalle indagini condotte dagli uomini diretti dal dirigente Carlo Pagano ed hanno portato all'emissione dell'ordinanza di custodia cautelare eseguita questa mattina dagli agenti di Taranto supportati dalle unità cinofili di Bari e Brindisi. Oltre agli arresti gli agenti hanno messo a segno diverse perquisizioni domiciliari. 
I provvedimenti restrittivi rappresentano il punto di arrivo dell'attività investigativa partita nel lontano del 2016, dopo un maxi sequestro di droga in una officina del quartiere Paolo VI. All'indomani di quella operazione sono stati avviati gli accertamenti per individuare complicità e responsabilità. Grazie ad intercettazioni ed appostamenti si è individuato il canale attraverso il quale si riforniva un gruppo di pusher attivo nei "Cortili", complesso di case popolari in pieno centro e confinante con l'ospedale Santissima Annunziata. Da quel momento i movimenti degli spacciatori sono stati filmati da una telecamera, con i video che hanno quantificato ben 900 episodi di spaccio.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 9 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 15:09