Nel furgone il carico di cozze senza tracciamento. Sotto chiave quattro quintali di mitili

Il sequestro operato dalla Polizia
Il sequestro operato dalla Polizia
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Novembre 2021, 12:34 - Ultimo aggiornamento: 23:37

Sotto sequestro un carico di quattro quintali di cozze partite da Taranto e destinate al mercato della provincia di Bari. L'altro giorno sono stati gli agenti del commissariato Borgo della Polizia di Taranto a fermare per un controllo un furgone che procedeva lungo via Galeso, nel rione Tamburi. A bordo è stato trovato l'ingente quantitativo di mitili privo del certificato di tracciabilità. Il prodotto è finito sotto sequestro ed è stata contestata una sanzione di quattromila euro.

Il controllo

Il controllo si inquadra nell'attività condotta da tempo dalle forze dell'ordine di Taranto per arginare il sin troppo diffuso fenomeno del commercio abusivo di sostanze alimentari, in particolare di prodotti ittici e di cozze.

Il sequestro

Durante un servizio di pattugliamento mirato gli agenti hanno notato un furgone che procedeva lungo l'arteria centrale del quartiere periferico ed hanno deciso di controllare del capoluogo jonico. Sul mezzo, intestato ad una società con sede a Monopoli,  sono stati recuperati circa quattro quintali di cozze molte delle quali già sgusciate e confezionate in 170 piccole vaschette di plastica. Tutto senza il previsto certificato di tracciabilità. Le cozze, dopo l'intervento del personale dell’Asl di Taranto, sono state poste sotto sequestro ed affidate ad un’azienda specializzata per la distruzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA