Trappola di fuoco nell'albergo abbandonato. Ustionato giovane migrante. E' grave

Domenica 2 Maggio 2021

E' in gravi condizioni per le ustioni riportate durante l'incendio, si ritiene di origini dolose, che si è sviluppato nell'ex hotel Palace, nel centro di Taranto, dove aveva trovato rifugio. Sono stati i carabinieri e i vigili del fuoco, la scorsa notte, a tirare fuori da quella trappola di fumo e fiamme un giovane migrante di 33 anni, che si era rifugiato nel locale caldaia della struttura da tempo abbandonata. La vittima ha riportato ustioni sul 60% del corpo ed è stato condotto d'urgenza all'ospedale Perrino di Brindisi, dove è ricoverato in prognosi riservata.

 

Il rogo

 

Le fiamme si sono propagate nell'ex Palace di Taranto intorno alla mezzanotte di ieri. Il rogo si è subito allargato al locale caldaia dell'albergo nel quale la vittima, un giovane originario del Mali, si era rifugiato per passare la notte. Sono stati alcuni passanti a lanciare l'allarme e sul posto sono piombati subito i vigili del fuoco e i carabinieri del vicino comando provinciale. Pompieri e militari hanno buttato giù la porta del locale in cui era rimasto intrappolato lo straniero e lo hanno tirato fuori, salvandogli la vita. La vittima è stata soccorsa subito dal 118 ed è stata condotta al centro grandi ustioni dell'ospedale Perrino di Brindisi. In pochi minuti i vigili del fuoco hanno domato anche l'incendio.

 

Le indagini

 

Sull'incendio i carabinieri hanno immediatamente avviato le indagini, visto il sospetto più che concreto della natura dolosa del rogo. Resta da comprendere chi abbia appiccato le fiamme e perchè.

Ultimo aggiornamento: 4 Maggio, 13:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA